contatti

Unifarm S.p.A.

Via Provina, 3

38123, Ravina - Trento

tel. +39 0461 90111

fax. +39 0461 901215

neolatte@unifarm.it

(**) In riferimento
all'informativa sulla privacy

Errore durante l'invio della richiesta!

Richiesta inviata correttamente!

Accettare le condizioni sulla Privacy!

Inserire i campi richiesti!

+12
8-12
6-8
4-6
0-4
-9
mese dopo mese la bellezza infinita di essere mamma..

Dialoga con gli esperti i nostri specialisti sono a disposizione per le tue domande

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

donata chiede...

Buonasera doott.ssa, non ce la faccio più. Chiedo aiuto in tutti i modi a mio marito ma è sordo. Abbiamo due bambini di 5 e 3 anni e mezzo, io sono a completa disposizione della famiglia, mi sono annullata per loro. Mi dedico sempre e solo a loro, lavo, stiro, pulisco, cucino, seguo i bambini passo passo, sono sempre con me 24 ore su 24, li porto al mare, sola.... Mio marito fa un lavoro che gli permette tanto tempo libero ma tolta la spesa e qualche piccola commissione o collaborazione domestica, è come se non ci fosse. Si arrabbia se i bambini non gli permettono il riposino, gli chiedo di aiutarmi nei lavori di manutenzione della casa che si fanno d\'estate ma niente. per lui esiste la tavola (buona!) quindi devo cucinare tutti i giorni cose stuzzicanti, le uscite e il riposo oltre il suo lavoro. Io sono esausta. fra poco forse comincerò a lavorare ma mi sento scarica e depressa. La sera non vedo l\'ora di andare a stendermi perchè le gambe non mi reggono e il cervello è stanco. Urlo continuamente, mi lamento ma mi dicono che i figli si crescono così e sono momenti difficili per tutte. Mi dica se pretendere una mano da mio marito che per fortuna potrebbe darmela è un sacrilegio. A volte mi faccio dei sensi di colpa perchè mi sembra di volerlo tenere legato a casa e quindi lo lascio andare. Lui manca da casa il pomeriggio per tre ore..di svago. Non so che pesci prendere. Questa è una situazione che dura ormai da troppo tempo!

VAI ALLA PAGINA