Guida al Bambino

Come organizzare una gita sulla neve insieme ad un neonato

27

Se hai partorito da poco e hai voglia, ora che la stagione fredda è arrivata, di fare una gita sulla neve insieme ad un neonato, di sicuro niente dovrà essere lasciato al caso. Ecco dunque una serie di consigli che potranno aiutarti a trascorre un pomeriggio o un’intera giornata in montagna insieme ad un bambino di pochi mesi anche in inverno.

1 Parti solo se il bambino sta bene

Il primo consiglio di Bimbo & Mamma per una gita sulla neve insieme ad un bambino piccolo è che tuo figlio stia bene: muoversi da casa  con un neonato in precarie condizioni di salute anche se per un semplice raffreddore, potrebbe rivelarsi dannoso sia per lui, sia per voi genitori. Mal di gola, tosse e naso che cola potrebbero, infatti, acuirsi al contatto con l’aria fresca di montagna, peggiorando le cose: col risultato che sarai quasi sicuramente costretta a tornare a casa molto prima del previsto.

2 Fai molte soste durante il percorso

Chi ben comincia è a metà dell’opera! Durante il viaggio per arrivare alla località di montagna prescelta, imponiti di fare molte soste per allattare il bambino e sostituire il pannolino bagnato. In questo modo il neonato viaggerà in modo più sereno e tranquillo e di sicuro questo farà stare meglio anche mamma e papà e gli altri membri della famiglia che viaggiano con lui. Senza contare che queste soste aiuteranno anche il piccolo ad abituarsi gradatamente al cambio di altitudine, evitandogli il tipico mal d’orecchi.

3 Scegli l’abbigliamento giusto

Una volta arrivati a destinazione è molto importante che il bambino non prenda freddo, ecco dunque che dovrai scegliere con molta attenzione i capi da fargli indossare. Esistono oggi in commercio delle tute termiche da neve adatte anche per i neonati: prima di partire, procuratene una di buona qualità e che sia dotata anche di guantini e copri piedini incorporati. Evita però di far indossare la tuta in auto o nei posti chiusi, perché in questo modo il piccolo potrebbe sudare. La cosa migliore è vestire il bimbo a strati, in modo da poterlo svestire dei capi più pesanti negli ambienti in cui fa troppo caldo: sotto la tuta, dunque, fagli indossare tranquillamente una semplice tutina in ciniglia, un body di lana o caldo cotone e una morbida calzamaglia. Per quando dorme, soprattutto se sosti all’aperto, utilizza una copertina di lana e le coperture anti-vento e anti-pioggia in dotazione col tuo passeggino. Indispensabile anche un cappellino in lana o ciniglia per far stare a caldo la testa.

4 Porta con te lo stretto indispensabile

Trattandosi della tua prima gita sulla neve con il tuo bambino, sarai tentata di portarti dietro la casa: cerca però di limitarti e di portare con te solo lo stretto indispensabile, in questo modo non solo viaggerai più leggera ma troverai anche molto più facilmente le cose che ti servono sul momento. Oltre a pannolini ed indumenti di ricambio in quantità (entrando in contatto con la neve tutina, calzamaglia e body potrebbero bagnarsi e sarai costretta a sostituirli) ti servirà anche tutto l’occorrente per preparare il latte o la pappa a meno che tu non stia allattando al seno; ricorda poi di portare con te anche uno o più teli o asciugamani per appoggiare e asciugare il neonato durante il cambio, cappellino in pile, ciniglia o lana, occhiali da sole e crema anti-scottature dato che in montagna il sole anche in inverno è molto forte. L’ultimo consiglio sull’abbigliamento riguarda te, Mamma:  se il tuo bimbo ha il rigurgito, metti nella borsa anche qualche maglione o pantalone in più per te, non si sa mai!

5 Divertiti e rilassati insieme a tutta la famiglia

Per rendere davvero speciale la tua gita sulla neve insieme al tuo neonato, la cosa migliore è quella di divertirsi e staccare davvero la spina: anche se il tuo bimbo è molto piccolo e non può fare tutte le attività che di solito si fanno in inverno in montagna (sciare, andare sui pattini o sullo slittino, ecc) ci sono alcune località che sono attrezzate per accogliere anche bambini di età inferiore ai 12/18 mesi. Irrinunciabile una bella passeggiata in mezzo alla natura, ma solo se non c’è troppo vento e la giornata lo consente, tenendo il bimbo al caldo dentro il marsupio o nel passeggino. Se in famiglia ci sono altri bambini, approfitta dell’occasione per far fare loro delle esperienze nuove, come ad esempio lo sled dog, la gita in slittino trainata dai cani da neve.

Commenti

commenti

Condivisioni