Diventare Mamma

Tornare in forma dopo il parto: esercizi per le braccia

12

Ecco un nuovo appuntamento con la rubrica di Bimbo&Mamma dedicata agli esercizi da fare per tornare in forma dopo il parto.

Oggi parliamo di una zona spesso trascurata dalle donne, ma che per effetto della ritenzione idrica e del grasso accumulato durante la gravidanza potrebbe talvolta presentare dei problemi di eccessiva rilassatezza: stiamo parlando delle braccia.

Durante l’inverno magari non te ne accorgi nemmeno, ma quando è il momento di indossare t-shirt e canotte, capita di sentirsi a disagio nel vedere bicipiti e tricipiti troppo “molli”.

Vediamo allora insieme una serie di esercizi da fare anche a casa utili appunto a tonificare questa parte così delicata ed in vista del tuo corpo.

Esercizio 1: Flessioni in avanti dei bicipiti

Esercizi Neolatte-22

Questo allenamento è utile ad allenare i bicipiti, vale a dire la parte superiore delle tue braccia. Afferra con entrambe le mani dei piccoli pesi  da 1 kg o, in alternativa, una bottiglietta d’acqua, e disponi le tue braccia lungo il corpo, con i palmi delle mani rivolti in avanti. Alternando le due braccia, solleva lentamente i pesi in avanti, flettendo il gomito e portando il pugno quasi fino a toccare la spalla. Per favorire la stabilità, tieni le gambe leggermente divaricate e fai sempre attenzione a tenere i gomiti ben saldi. Ripeti dalle 6 alle 12 volte per ogni braccio.

Esercizio 2: Alzate frontali su mezzo squat

Esercizi Neolatte-23

Assumere la posizione a mezzo squat, con le gambe leggermente divaricate e le ginocchia flesse, braccia tese in avanti con l’impugnatura dei manubri rivolata verso il basso. Alza contemporaneamente entrambe le braccia, spingendo in avanti i pesi fino a raggiungere una posizione in linea con le spalle. Accompagna il movimento delle braccia con quello delle gambe e dei glutei, poi torna nella posizione iniziale. Ripeti anche in questo caso dalle 6 alle 12 volte. Questo esercizio oltre alle braccia, consente anche di tonificare i glutei.

Esercizio 3: Alzate laterali

Esercizi Neolatte-24

In piedi, con le gambe leggermente divaricate, impugna i manubri e distendi le braccia lungo i fianchi. Porta entrambe le braccia in alto, salendo lentamente, fino a raggiungere la linea delle spalle. Torna nella posizione iniziale facendo attenzione a controllare bene il movimento. Esercizio da ripetere dalle 6 alle 12 volte.

Esercizio 4: Apertura e chiusura dei manubri

Esercizi Neolatte-25

Impugna ora i manubri portando le braccia in alto, palmi rivolti in avanti e gomiti flessi a 90 gradi. Spingendo le braccia in avanti, porta i due pesi l’uno contro l’altro, fino quasi a toccarsi, poi torna nella posizione iniziale. Fai attenzione ad eseguire il movimento nel modo corretto in modo che i palmi, nella posizione finale, siano rivolti verso di te ruotando il gomito. Ripeti dalle 6 alle 12 volte.

Esercizio 5: Allenamento dei tricipiti

Esercizi Neolatte-26

Ecco adesso un esercizio per allenare i tricipiti, vale a dire la parte inferiore delle tue braccia. Mettiti in posizione eretta con le gambe divaricate e il busto leggermente piegato in avanti. Impugna i manubri in modo ben fermo e portali entrambi fino all’altezza del petto; torna poi nella posizione di partenza, facendo attenzione a controllare sempre il movimento. Da ripetere dalle 6 alle 12 volte.

Esercizio 6: Rematore

Esercizi Neolatte-27

Anche questo esercizio è utile ad allenare i tricipiti e sollecita in modo adeguato anche la schiena. La posizione è la stessa dell’esercizio precedente, con le gambe divaricate e la schiena flessa a 45 gradi. Impugna i manubri in avanti e portali vero l’altro, portando i gomiti ad altezza della spalla. Trattieni per qualche secondo poi torna nella posizione iniziale. Ripeti anche in questo caso dalle 6 alle 12 volte.

Commenti

commenti

Condivisioni