Il latte preferito dalle mamme

Alimentazione in gravidanza

Consigli sull'alimentazione nella dieta di tutti i giorni durante i mesi di gravidanza

Visualizza

Scopri i 10 consigli sulla corretta alimentazione da seguire durante la gravidanza

Variare il più possibile gli alimenti nella dieta quotidiana.

• Nella dieta di ogni giorno, consumare alimenti contenenti proteine ad alto valore biologico quali carne, uova, formaggi. Nella scelta delle carni preferire i tagli magri. 2-3 volte alla settimana sostituire la carne con il pesce.

• Bere ogni giorno latte fresco in abbondanza, possibilmente intero, ma non più di mezzo litro al giorno per evitare il rischio di sviluppare anemie carenziali di ferro: il lattosio in eccesso può infatti produrre delle microlesioni nella parete intestinale con conseguente perdita di sangue e quindi di ferro. Oltre che contenere proteine ad alto valore biologico, il latte è ricco di calcio e di vitamine A e D; se non piace il latte, in alternativa si può ricorrere allo yogurt.

• Consumare ogni giorno ortaggi e frutta fresca: sono prodotti ricchi di vitamine, di sali minerali e di fibre. I prodotti ricchi di fibre possono essere causa di eccessiva motilità intestinale; in questo caso, sostituirli in parte con i relativi succhi, purché di fresca produzione domestica.

• Nella scelta dei condimenti, dare la preferenza agli oli vegetali rispetto ai grassi animali (burro ecc.), privilegiando l´olio extravergine di oliva per il suo contenuto di acidi grassi insaturi e di vitamina E.

Ridurre caffè, tè, cioccolata a tre tazze al giorno (è un massimo, sarebbe meglio eliminarli del tutto). Queste bevande contengono caffeina e altre sostanze che interferiscono con l’assorbimento intestinale di alcuni nutrienti importanti; oltre che essere, la caffeina e la teina, eccitanti del sistema nervoso.

• Consumare con moderazione alimenti e bevande contenenti zucchero per contenere l´aumento di peso che già si verifica fisiologicamente, anche senza modifiche della dieta abituale (circa 12 chilogrammi a fine gravidanza).

• Tener conto che in gravidanza vi è un´aumentata necessità di ferro, sia per le esigenze di sintesi di emoglobina fetale sia per l´aumentata produzione di globuli rossi da parte della madre. Pertanto, oltre che nutrirsi con alimenti ricchi di ferro (carne, pesce, latte e prodotti caseari, vegetali, uova e cioccolato), è opportuna un´integrazione farmacologica di ferro secondo prescrizione medica.

• Tener conto che il fabbisogno di acido folico (necessario per la produzione dell´emoglobina) raddoppia in gravidanza. Per quanto sia contenuto negli alimenti comunemente utilizzati (verdure, fegato di animali, lievito di birra), questa sostanza viene parzialmente inattivata durante i procedimenti di cottura, per cui è opportuno ricorrere a un´integrazione farmacologica secondo prescrizione medica.

• La dieta in gravidanza deve contenere un sufficiente quantitativo di fibra vegetale per ottenere una stimolazione dei movimenti intestinali e combattere così la stipsi, disturbo provocato o aggravato dalla gravidanza.