Il latte preferito dalle mamme

Aspettare dei gemelli: come affrontare quest’avventura?

14 Settembre 2015

  • Guida alla Gravidanza

Se aspetti dei gemelli, le persone ti diranno: “Beata te, due (o più) bambini con una sola gravidanza!”. Ma, ovviamente, non è tutto oro quel che luccica: dalla gravidanza al parto, dalla vita in casa alla crescita, i gemelli prendono tanta energia e i problemi, inevitabilmente, si moltiplicano.

Se aspetti dei gemelli molte amiche potranno invidiarti perché avrai la possibilità di avere due (o più figli) con una sola gravidanza! Un po’ come al supermercato: due al prezzo di uno sembra la situazione perfetta. Sarà pure un ottimo affare, i tempi si ridurranno pure, e non dovrai aspettare altri 9 mesi per dare un fratellino al tuo bimbo, ma la gravidanza multipla prevede esigenze particolari, richiede impegno per affrontare sfide particolari, e può portare complicanze impreviste.

Che si tratti di due, tre o quattro gemelli (o anche più!), – a seguito di una fecondazione in vitro o per pura casualità – aspettare dei gemelli provoca non poca ansia alle future mamme: le preoccupazioni che si hanno durante la gravidanza si moltiplicano, perché i bambini cresceranno con modalità e tempi diversi.

Aspettare dei gemelli: le domande più comuni

aspettare dei gemelli

Dal concepimento alla gravidanza, dal parto al post-partum, le donne che aspettano una coppia o più gemelli vengono assalite da dubbi e domande, poiché la gravidanza gemellare non è uguale a quella singola:  cosa dovrei mangiare durante una gravidanza gemellare? Quanto dovrò risposare? Il parto sarà per forza un taglio cesareo? I miei gemelli dovranno restare in incubatrice dopo la nascita? Come potrò allattare i miei bambini?

Quanto mangiare?

Ad esempio, per quanto riguarda la nutrizione, la mamma dovrà mettere più peso rispetto a una gravidanza singola, per sostenere se stessa e i bambini: generalmente invece degli 11-12 kg consigliati dai medici, per una gravidanza gemellare si può arrivare a 16-17 kg.

Mangiare piccoli pasti (circa sei) frequentemente durante il giorno può aiutare a consumare più calorie senza sentirsi troppo piene. Bastano degli spuntini a base di cibi ricchi di nutrienti, come carboidrati complessi e noci. Si dovranno introdurre alimenti ad alto contenuto di proteine ​​e fibre, come verdure a foglia verde, cereali, uova, latticini e oli. Come le gravidanze normali, si deve fare attenzione a determinati pesci e carni.

Non c’è dubbio che le energie richieste durante la gravidanza, e sicuramente dopo aver partorito, saranno tantissime: la mamma dovrà affrontare il parto di due o più bambini, l’allattamento di bimbi che vorranno mangiare tutti nello stesso momento, la messa a letto e la nanna di più bambini che avranno tempi diversi, ma che poi piangeranno tutti insieme, rideranno insieme e giocheranno insieme. Non si è mai pronti per un’avventura simile, ma sarà un ciclone che cambierà in positivo la vita di tutta la famiglia.

Il nostro articolo ti è stato utile? Continua a seguirci anche sulla nostra pagina Facebook dove ne troverai altri, insieme a tante mamme e consigli per te ed il tuo piccolo.

Photocredit: pixabay.com


COMMENTA L'ARTICOLO