Il latte preferito dalle mamme

Buoni propositi per le mamme nel nuovo anno

1 Gennaio 2019

  • Diventare Mamma

L’inizio del nuovo anno è, per ciascuno di noi, il momento per fare il punto della situazione e fissare nuovi obiettivi, sia nella vita privata che in quella professionale.

Anche per una Neomamma come te questo è un periodo particolare: la nascita di tuo figlio avrà sicuramente scombussolato molti aspetti della tua vita, portandoti a riflettere su molte cose e a definire nuove priorità.

Ecco che allora Bimbo & Mamma ha stilato per te un elenco di buoni propositi per le mamme nel nuovo anno: si tratta solo di suggerimenti da cui trarre spunto, alcuni dei quali probabilmente ti strapperanno il sorriso, ma che speriamo possano aiutarti ad iniziare il 2019 con la giusta positività.

Dormire di più la notte

Una delle note dolenti del diventare mamma è il riposo notturno: fra poppate, cambi di pannolino e pianti improvvisi dormire di notte è diventato difficile, se non impossibile.

Talvolta, però, basta introdurre qualche piccolo cambiamento, come ad esempio attuare un rituale della nanna che aiuti il bambino a prendere sonno prima la sera.

Se anche il tuo bimbo dorme poco e si sveglia spesso durante la notte ti consiglio di leggere anche a questo post “Disturbi del sonno nei neonati: ti è mai successo?”.

Iniziare quella famosa dieta

Questo consiglio non vale per le mamme che stanno allattando, infatti in tal caso non sarà possibile iniziare una dieta dimagrante, anche se naturalmente bisognerà sempre fare attenzione alla qualità degli alimenti che mangi.

Se non allatti invece, cogli al volo l’inizio del nuovo anno per iniziare subito un regime alimentare che ti aiuti a smaltire in fretta i chili di troppo accumulati con la gravidanza, a meno che tu non sia una delle poche fortunate che è riuscita a tornare in forma un istante dopo il parto.

Prendersi cura di sé stesse è infatti molto importante, soprattutto se questo ti aiuta a sentirti meglio e a prendere la vita con maggiore ottimismo.

Andare in bagno da sola

Quando resti incinta nessuno ti dice la verità, cioè che non avrai più neppure un attimo privacy: tuo figlio ti seguirà ovunque, perfino in bagno!

E non importa che tu debba fare pipì, asciugarti i capelli o farti una doccia: il tuo piccolino sarà sempre lì in agguato, ricattandoti col pianto qualora tu avessi pensato di lasciarlo tranquillamente a dormire nella sua culla per la durata di 7 minuti solo per farti in tutta fretta uno shampoo.

Ecco perché fra i buoni propositi dell’anno nuovo c’è anche questo: riuscire finalmente ad andare in bagno da sola.

Ti chiedi come riuscire a farlo? Per questo ti consiglio di leggere subito il consiglio numero 4.

Chiedere aiuto quando c’è bisogno

Diventare madre fa sentire ogni donna quasi onnipotente ed in effetti a pensarci bene mettere al mondo un bambino è l’atto che si avvicina di più alla creazione divina che possa esistere su questa terra.

Questo però non significa che tu non abbia bisogno di aiuto, anzi! Chiedere il supporto di qualcuno, sia che si tratti del tuo partner oppure di altre persone della famiglia è un tuo sacrosanto diritto, perciò se ancora non l’hai fatto con l’anno nuovo non esitare a farlo.

Non arrabbiarsi quando qualcuno da un consiglio non richiesto

Anche questo, purtroppo rientra nello status di mamma: pure se tuo figlio lo hai tenuto in grembo da sola per 9 mesi, lo hai fatto nascere senza il bisogno di nessuno e ti prendi cura di lui 24 ore su 24, ci sarà sempre qualcuno pronto a dirti come si cambia un pannolino o come si deve fare a fargli fare il ruttino.

Dato che non è proprio il caso di innervosirti ogni volta che qualcuno di dice qualcosa che riguarda tuo figlio, la cosa migliore è fare buon viso a cattivo gioco: quindi, quando qualcuno apre bocca per dare qualche consiglio di cui sai benissimo di poter fare a meno, la cosa migliore è far finta di niente evitando di dare in escandescenze.

Non cercare su internet i sintomi delle malattie più gravi quando il neonato ha la febbre

Quando un neonato sta male, non c’è mamma che non cada nel tranello di cercare in rete i sintomi delle malattie infantili più gravi. Risultato? Se prima eri preoccupata, dopo lo sei ancora di più.

Col nuovo anno cerca se non di rinunciare, almeno a porre un freno all’abitudine di googlare tutte le patologie riguardanti la fascia di età da 0 a 36 mesi ogni volta che il tuo bimbo ha qualche linea di febbre.

Ne va di mezzo non la sua, ma la tua di salute!

Concedersi un’uscita col partner una volta ogni tanto

L’intimità col partner una volta che sarà nato il tuo bambino sarà ridotta a zero: questo non solo perché il tuo neonato avrà bisogno di cure costanti, ma anche perché in molti casi sarai stanca e presa da mille pensieri.

Non c’è niente di male dunque a regalarsi ogni tanto un’uscita a due anche se solo di qualche ora.

Se non lo puoi fare, perché magari non hai nessuno che può tenerti il bambino, sfrutta i momenti in cui il piccolo dorme per fare qualcosa insieme al tuo compagno: a volte basta solo guardare un film insieme o stare abbracciati sul divano per sentirsi di nuovo uniti come una coppia.


COMMENTA L'ARTICOLO