Il latte preferito dalle mamme

Chi sono i bambini arcobaleno e perché si chiamano così

14 Gennaio 2019

  • Diventare Mamma

La nascita di un bimbo è sempre motivo di grande felicità soprattutto quando la gravidanza era stata cercata e desiderata da mamma e papà per tanto tempo.

Ci sono però alcune gravidanze che non vanno nel modo sperato, terminando con un aborto oppure con la morte neonatale: non solo per la donna, ma anche per tutta la famiglia questa è un’esperienza davvero sconvolgente che spesso porta ad affrontare un duro periodo di lutto.

Questa spirale di dolore può essere interrotta solo con un messaggio di speranza, il più delle volte rappresentato dall’instaurarsi di una nuova gravidanza: i bambini che nascono dalle gestazioni che seguono la perdita di un figlio precedente sono chiamati “bambini arcobaleno” e non è difficile capirne il motivo.

L’arcobaleno in tutte le culture è simbolo di quiete dopo la tempesta, di luce dopo il buio, dunque un inequivocabile messaggio di amore e speranza per il domani che verrà.

Anche se per una madre è impossibile cancellare la sofferenza per un bambino morto in grembo o subito dopo la nascita, l’arrivo di un nuovo figlio è in grado di portare nuova felicità nella sua vita e in quella degli altri membri della famiglia.

Dato che spesso, aborto precoce, morte intrauterina del feto o morte subito dopo la nascita sono problemi associati a disturbi dell’apparato riproduttivo della madre o ad anomalie genetiche, non è raro che la nascita di un neonato arcobaleno sia conseguente all’utilizzo di tecniche di fecondazione artificiale assistita: questo spiega perché, in molti casi, il termine sia associato a bambini concepiti non in modo naturale ma con l’inseminazione in vitro.

Quello che è importante sottolineare, però, è che anche se rappresentano un momento di tregua dopo la tempesta, i bambini arcobaleno non possono cancellare mai del tutto il dolore per la perdita precedente e neppure dovrebbero: ogni madre che viva un’esperienza del genere ha diritto, infatti, ad elaborare il lutto secondo i suoi tempi e modi, senza forzature.

Tuttavia, l’arrivo di un bimbo arcobaleno è in grado se non in tutto almeno in parte di mitigare questa sofferenza portando di nuovo la gioia, il sorriso e soprattutto l’amore nel cuore infranto delle madri e dei padri che hanno vissuto in precedenza un dolore simile.


COMMENTA L'ARTICOLO