Il latte preferito dalle mamme

Come affrontare il momento del parto?

16 Settembre 2015

  • Diventare Mamma

Nonostante, durante i corsi preparto, vengano date tutte le informazioni possibili su come affrontare il travaglio e il parto, nonostante tutte le amiche che ci sono passate vogliano dare consigli e suggerimenti, nessuna donna è mai pronta davvero per affrontare un momento così importante.

Il giorno del parto e i momenti che lo precedono sono davvero intensi ed emozionanti per ogni donna, allo stesso tempo sono anche molto caotici e una volta iniziato il travaglio, è meglio non sprecare energie e tempo ed è importante sapere esattamente cosa fare.

Organizzati in anticipo per il parto

come prepararsi al parto

Fonte: helmerichwomenscenter.com

Organizza in tempo, con il futuro papà o con chi dovrà accompagnarti, la corsa verso l’ospedale: prepara la borsa con tutto il necessario qualche settimana prima e lasciala a portata di mano o addirittura in auto, così che, al momento del parto, potrai stare serena e arrivare in clinica o in ospedale senza aver dimenticato nulla.

Tieni pronto anche un piano B, ovvero considera anche che il  tuo partner potrebbe non essere in casa nel momento del bisogno: organizzati sul trasporto alternativo verso l’ospedale, per poi incontrarlo direttamente lì.

Per rendere facile il parto, non c’è nessun segreto speciale: in generale si consiglia di mantenersi in forma durante tutto il periodo della gravidanza per gestire meglio il dolore e aumentare la resistenza.

Durante i corsi preparto si impara che la respirazione profonda può aiutare a gestire il dolore, ed è per questo che lo yoga è la disciplina perfetta durante i mesi precedenti il parto. Lo yoga infatti insegna ad avere  costanza e concentrazione mentale per affrontare tutta l’esperienza in modo naturale.

Scegli chi dovrà starti vicino

Un’altra questione da risolvere prima di partorire è la scelta delle persone che dovranno essere lì con te, anche durante il travaglio: il marito, la madre, la suocera, la sorella. Meglio chiedere alle persone che davvero possano farti sentire meglio, senza avere paura di offendere nessuno: d’altronde è un momento così unico e speciale che dovrai pensare solo al tuo benessere e a quello del bimbo in arrivo.

È importante conservare tutte le energie possibili prima di affrontare il parto: molte donne iniziano il travaglio a casa, dove puoi fare una doccia, chiedere al tuo partner di farti un massaggio rilassante, o anche solo bere e mangiare qualche piccolo snack.

Non restare ferma

Una volta arrivata in ospedale, per mandare via l’ansia e aiutare il bambino a mettersi in posizione, potrai camminare lungo i corridoi, salire e scendere gli scalini tra un piano e l’altro, mantenerti in movimento. Qualche struttura mette a disposizione delle sale travaglio equipaggiate con strumenti per la ginnastica dolce come le palle per rimbalzare o altri attrezzi che aiutano le partorienti a sentire meno il peso del travaglio.

Al momento di spingere, segui ciò che le ostetriche e i medici ti diranno, ma segui anche ciò che il tuo corpo ti sta trasmettendo, senza forzarti troppo: che duri qualche minuto o che sia più lungo e travagliato, il parto resterà uno dei momenti indimenticabili della tua vita 😀

Hai delle domande sul giorno del parto? Chiedi ai nostri esperti.


COMMENTA L'ARTICOLO