Il latte preferito dalle mamme

Come difendere il tuo bambino dal freddo

25 Gennaio 2017

  • Guida al Bambino

Quando il termometro scende in picchiata è normale, come mamme, essere un po’ preoccupate: il freddo infatti abbassa le difese immunitarie e, dato che l’inverno è anche la stagione in cui circolano il maggior numero di virus influenzali, ogni madre teme che il proprio piccolo possa contrarre un raffreddore o una bronchite perché vestito in modo non appropriato.

Ecco allora, di seguito, una serie di consigli utili su come difendere il bambino dal freddo e dai mali di stagione, fermo restando che, nel caso il neonato manifestasse i sintomi di una qualche malattia stagionale, quali febbre, mal di gola e raffreddore, la prima cosa da fare, soprattutto se il bimbo ha pochi mesi di vita e non riesce a nutrirsi in modo adeguato, è quella di contattare subito il vostro pediatra.

1 Vestilo a strati

Molte mamme nel timore che il loro neonato prenda freddo, tendono a vestirlo troppo, col risultato che la sua pelle non traspira e, col calore, fra il corpo e i vestiti si forma una condensa che favorisce la comparsa del sudore. La cosa migliore, soprattutto se il bambino soggiorna in ambienti chiusi, adeguatamente riscaldati, è di vestirlo a “cipolla”, in modo da togliere gli indumenti più esterni ogni volta che la sua pelle si fa troppo calda e inizia a sudare. Questo anche perché il neonato ha un sistema di regolazione della temperatura corporea ancora poco sviluppato, dunque, coprendolo troppo, rischi di far aumentare in modo eccessivo il calore sia interno sia esterno del suo corpo.

2 Esci all’aria aperta

Anche col freddo, non rinunciare alla passeggiata quotidiana, a meno che non piova o non ci sia troppo vento. Il contatto con l’aria tersa e i raggi del sole gioverà sia alla sua che alla tua salute: sarà sufficiente fargli indossare una tuta imbottita, un cappellino, una sciarpa e delle morbide manopole in lana. Qualora, mentre state passeggiando, il tempo dovesse improvvisamente cambiare, non farti prendere dal panico ma controlla la temperatura mettendo la mano dietro alla sua nuca: manine e piedini tendono, infatti, ad essere sempre più freddi rispetto al resto del corpo. Se il suo collo è caldo, puoi stare certa che il tuo piccolo non sta risentendo del freddo eccessivo. Se per raggiungere il parco devi invece prendere l’auto, abbi cura di slacciare il giubbino e rimuovere sciarpa e berretto al tuo bimbo per non farlo sudare durante il trasporto.

3 Nutrilo adeguatamente

Così come per gli adulti, anche per i bambini il modo migliore per affrontare il freddo consiste nel nutrirsi in modo adeguato. Se il neonato ancora non è stato svezzato, e si alimenta esclusivamente tramite le poppate, sarà lui stesso a farti capire quando il suo corpo ha bisogno di energia; nel caso invece tu abbia già introdotto i cibi solidi (dunque non prima dei 5/ 6 mesi di età) fai attenzione che in ogni suo pasto siano presenti frutta e verdura di stagione, ricchissimi di vitamine e minerali, utili a contrastare la comparsa delle malattie. Legumi come le lenticchie, alcuni ortaggi come la zucca e vari tipi di carne come quella di manzo e di agnello, sono ad esempio particolarmente ricchi di zinco, un minerale che ha la capacità di fortificare il sistema immunitario: dato che i neonati hanno, di norma, riserve di zinco molto basse, risulta utile, soprattutto durante il periodo invernale, aggiungere questi ingredienti alla sua pappa.

4 Effettua regolarmente la pulizia del nasino

I pediatri raccomandano di effettuare almeno una volta al giorno la pulizia del nasino con strumenti idonei: questo serve a mantenere libere le alte vie respiratorie e permettere al bambino una corretta suzione. Se dunque il neonato dovesse mostrare i sintomi iniziali di un raffreddore, diventa oltremodo importante intervenire per rimuovere i muchi che potrebbero interferire sia con la normale respirazione che con le poppate. Anche un ambiente troppo secco, favorito dai caloriferi accessi, potrebbe provocare un accumulo di polveri e muchi dentro le narici e i seni paranasali, favorendo infezioni ed allergie: prova in questo caso ad usare dei deumidificatori o a mettere delle pezze bagnate sopra i termosifoni per aumentare il grado di umidità presente nell’aria.

5 Favorisci un riposo adeguato

Dormire adeguatamente è sia per gli adulti che per i bambini un utile rimedio contro il freddo e le malattie. Favorire dunque un buon riposo del tuo bimbo ti aiuterà a mantenerlo in salute più a lungo: a tale scopo, fai sempre in modo che il suo sonno notturno non sia guastato da luci o rumori improvvisi. Creare, ad esempio, una routine della “nanna”, come ad esempio leggergli una fiaba o dedicargli qualche minuto in più di coccole, che lo aiuti a comprendere quando è venuto il momento di coricarsi, è un ottimo modo per insegnare al neonato la differenza fra il giorno e la notte e aiutarlo a prendere sonno più facilmente. Anche mantenere una temperatura idonea all’interno della sua cameretta può rivelarsi un modo utile per farlo dormire serenamente: non importa, infatti, surriscaldare la stanza, una temperatura di 18/ 20 gradi andrà benissimo per conciliargli un riposo sereno e tranquillo!


COMMENTA L'ARTICOLO