Il latte preferito dalle mamme

Come festeggiare il primo Natale insieme al tuo bambino

20 Dicembre 2017

  • Guida al Bambino

Se sei una Neomamma, quello che verrà sarà anche il primo Natale insieme al tuo neonato: per fare in modo che questo sia davvero un momento speciale per tutta la famiglia, è indispensabile adottare qualche piccolo accorgimento dato che il neonato potrebbe sentirsi un po’ frastornato dall’interruzione della normale routine che si verifica durante le feste e mostrare per questo segni di nervosismo.

Se i bambini più grandi possono essere coinvolti nell’addobbo dell’Albero e nel realizzare alcune decorazioni o altri lavoretti legati al Natale, nel caso di un neonato dovrai fare in modo che questo periodo di festa  non si trasformi per lui in un momento di ansia e di stress, cosa che potrebbe ripercuotersi negativamente anche sul resto della famiglia.

Ecco, quindi, di seguito il nostro vademecum di consigli per festeggiare il primo Natale insieme al tuo bambino in assoluta armonia.

1  Limita le attività extra durante la giornata

I bambini piccoli adorano le abitudini e durante le feste, si sa, la routine quotidiana è spesso completamente stravolta: le cose da fare sono davvero tante e spesso il neonato, sentendosi trasportato da una parte e dall’altra, reagisce con pianto e nervosismo eccessivo. Cerca dunque di limitare il più possibile le attività da fare durante la giornata, facendo in modo che il bambino non debba modificare del tutto le sue vecchie abitudini.

2 Utilizza un marsupio o una fascia per tenere vicino a te il tuo piccolo

Se a Natale o Santo Stefano hai ospiti in casa, la confusione potrebbe disturbare e non far riposare adeguatamente tuo figlio: il modo migliore per calmarlo, in questo caso, è quello di tenerlo vicino a te facendogli sentire il tuo amore e il tuo calore. Dato che probabilmente nel frattempo dovrai anche seguire i tuoi ospiti, se non hai nessuno che può darti una mano in casa, prova ad utilizzare una fascia portabebé o un marsupio per tenerlo vicino a te soprattutto durante i momenti “no”.

3 Chiedi aiuto a qualche amica o parente

Se ti è possibile, chiedi a qualche amica o parente di aiutarti con le incombenze domestiche, lasciandoti così più libera di stare insieme al bambino. Questo vale sia che tu decida di rimanere a casa per il pranzo di Natale o la cena della Vigilia, sia che tu vada ospite a casa di altri: nel primo caso l’aiuto soprattutto in cucina sarà indispensabile, nel secondo invece potrebbe sgravarti da alcune incombenze tipo dare una mano nella preparazione della tavola e del pasto. Tieni comunque presente che, se anche decidi di fare tutto da sola, ad un certo punto il tuo piccolo ti reclamerà dunque dovrai avere sempre un piano “B” di riserva!

 4 Sii di buonumore ed evita di innervosirti

Madre e figlio durante i primi mesi vivono praticamente in simbiosi, quando dunque tu sei nervosa ed irritata, è probabile che questo stato d’animo si rifletta anche su di lui. È quindi indispensabile che a Natale tu sia di buonumore e tranquilla, anche qualora magari qualcosa dovesse andare storto. E soprattutto, evita di arrabbiarti per cose inutili, come i commenti non richiesti di qualche parente o il comportamento poco garbato di qualcuno dei commensali durante il pranzo o il cenone. Potrai sempre mettere i puntini sulle “i” in seguito, ma per quel giorno evita di deprimerti o di fare una scenata, cercando piuttosto di rilassarti e dedicarti solo ed esclusivamente al tuo piccolo.

 5 Rispetta gli orari delle poppate e della nanna

Anche se durante le feste di sicuro non potrai fare tutte le cose che fai durante il resto dell’anno, evita di stravolgere troppo gli orari delle poppate e della nanna: se per i riposini diurni dovrai per forza fare qualche eccezione, per non scombussolare troppo le abitudini del tuo neonato, cerca di mantenere invariati gli orari in cui lo metti a letto per il riposo notturno e quelli in cui si nutre.

6 Coccola spesso il tuo neonato per calmarlo e rassicurarlo

Pur essendo molto piccolo, il neonato è in grado di avvertire le sensazioni piacevoli come quelle date dal contatto fisico con la madre: oltre a tenerlo in braccio o nel marsupio per tutto il tempo in cui riesci e in cui lo ritieni opportuno, cerca di riservare molti momenti durante la giornata dedicati solo ed esclusivamente alle coccole. Se ti è possibile, prova a ritagliare per te e per lui un vostro spazio all’interno della casa in cui isolarsi quando la tensione inizia a farsi sentire; se questo non si può fare perché trascorri le feste da altri, se hai abbastanza confidenza con la padrona di casa, chiedile di poter andare in una stanza più tranquilla insieme al tuo piccolo per coccolarlo e abbracciarlo in tranquillità. Se il bambino fosse ad esempio molto agitato, potrebbe essere utile cantargli la sua canzoncina o la sua ninna nanna preferita; tieni inoltre a portata di mano qualche sonaglino o peluche con cui lui gioca abitualmente per intrattenerlo e tranquillizzarlo quando siete in mezzo agli altri.

 

 


COMMENTA L'ARTICOLO