Il latte preferito dalle mamme

Come sopravvivere ad una vacanza in campeggio coi bambini

13 Agosto 2018

  • Essere Genitori

Se sei un amante del campeggio all’aria aperta e hai deciso quest’anno di affrontare questa avventura insieme ad un neonato, sappi che in verità quando si hanno dei figli piccoli questo tipo di vacanza potrebbe non essere quella più indicata.

Tuttavia, con  tanta pazienza e un po’ di organizzazione, una vacanza in campeggio coi bambini può rivelarsi davvero una bellissima esperienza e soprattutto un modo per fare un soggiorno al mare low cost durante la stagione estiva.

Ecco allora 10 consigli pratici di Bimbo & Mamma che ti aiuteranno ad affrontare al meglio la vita di campeggiatore anche con un neonato al seguito.

1 Scegli un campeggio attrezzato anche per i più piccoli

Vai in campeggio coi bambini? Scordati il camping selvaggio in mezzo alla campagna! La scelta migliore, in questo caso, ricade su strutture che siano adatte anche ai minori: prima di prenotare visita dunque i siti di vari campeggi e verifica la disponibilità di attrezzature, servizi e forme di intrattenimento idonei anche ai più piccoli.

2 Opta per una località con clima mite

Anche la scelta della località è senza dubbio importante: fare campeggio in montagna, ad esempio, è di sicuro piacevole per un adulto che ama stare al fresco e passeggiare, ma per un bambino potrebbe risultare noioso. Inoltre, salendo di altitudine, potrebbe piovere più spesso e le temperature, soprattutto la notte, potrebbero essere troppo rigide per un neonato.

3 Procurati una tenda di dimensioni adeguate

Una tenda canadese, adatta per una coppia giovane, non è di sicuro la scelta migliore per una famiglia con bambini piccoli. Se dunque pensi di andare in campeggio con i figli, dovrai optare per tende di dimensioni più ampie che permettano di avere sia uno spazio per dormire, sia uno per intrattenersi durante il giorno e giocare. Tieni presente, inoltre, che partendo con un neonato avrai davvero molte cose da portare con te quindi dovrai avere per forza a disposizione uno spazio più ampio in cui riporre tutto il necessario.

4 Sistemati in una piazzola poco assolata

Al momento di effettuare la prenotazione, se non ti è possibile fare un sopralluogo alla struttura, chiedi ai gestori del camping di assegnarti una piazzola che non sia troppo assolata: anche il caldo eccessivo, così come una temperatura troppo rigida, potrebbe infatti dare fastidio al bambino. Evita però zone che siano completamente in ombra perché in caso di pioggia il terreno potrebbe rimanere a lungo bagnato, rovinando immancabilmente il resto della tua vacanza.

5 Organizzati per poter usufruire più comodamente dei servizi igienici

Come ben sai, in campeggio bagni e docce sono in comune, quindi ogni volta che tu o un altro membro della tua famiglia dovrete usufruirne, sarà necessario compiere uno spostamento. Porta dunque con te tutto il necessario per poter trasportare asciugamani e saponi, magari tenendo nello stesso tempo in braccio il tuo bambino. Per accorciare la durata del percorso per arrivare ai servizi igienici, potresti procurarti una bicicletta: utilizzando un cestello avrai anche uno spazio in più per riporre tutto l’occorrente.

6 Attrezzati per la pioggia

Anche in estate, si sa, qualche giornata uggiosa può sempre capitare, quindi vedi di non farti trovare impreparata! Porta dunque con te giubbini impermeabili, felpe, scarpe chiuse e pantaloni lunghi. Anche nel posizionare la tenda, fa in modo che sia in leggera pendenza per favorire il deflusso dell’acqua e utilizza un telo di plastica per isolare il fondo della tenda dal terreno.

7 Proteggiti dagli insetti

Le vacanze all’aria aperta sono di sicuro molto affascinanti, ma oltre al caldo e alle intemperie dovrai fare i conti con un altro nemico, per la verità abbastanza innocuo, ma comunque fastidioso: gli insetti. Mosche, ragni, formiche e zanzare circoleranno infatti indisturbati a due passi da te e se proprio non ami la loro compagnia forse dovresti pensarci due volte a scegliere una vacanza in campeggio coi bambini! Per limitare il disagio, procurati una zanzariera da mettere all’ingresso della tenda (alcuni modelli in commercio per fortuna ne sono già dotati), cerotti e altri repellenti che possano distogliere questi antipatici animaletti a venire infestare le tue sere d’estate.

8 Crea un angolo giochi

La vita in campeggio è di sicuro molto rilassante, ma per un bambino piccolo, abituato a vivere nella comodità di un’abitazione con tutto a portata di mano, potrebbe talvolta risultare noiosa. Tieni presente, infatti, che mentre sarai intenta a cucinare o pulire, non potrai dire al tuo bambino di guardare il suo cartone preferito a meno che tu non pensi di portarti  in tenda anche il televisore! Il consiglio che possiamo darti è di creare all’interno della tenda una piccola area gioco in cui il bambino possa stare in sicurezza mentre sei impegnata a fare altre cose. Se hai un neonato che già gattona, potresti anche utilizzare uno di quei recinti smontabili che impediranno al tuo piccolo di allontanarsi e farsi male.

9 Attrezzati per la notte

Il riposo notturno è molto importante per la buona riuscita della vacanza. Dormendo poco e male finirete infatti per essere tutti nervosi e poco tolleranti, bambino compreso! Se la vacanza è abbastanza lunga evita quindi di dormire in sacco a pelo e procurati delle brandine o lettini smontabili dotati di materassino. Se hai poco spazio in macchina puoi anche optare per quelli gonfiabili, ma per i bambini è comunque sempre preferibile scegliere quelli tradizionali perché più comodi, freschi e riposanti.

10 Infine la cucina…

Campeggio non significa rinunciare a tutte le comodità dunque, per quanto piccolo, dovrai anche avere un angolo per cucinare e preparare i pasti. Se la piazzola è ampia, puoi anche collocare gli attrezzi per la cucina (fornellino elettrico o a gas, un piccolo frigorifero portatile e magari un microonde) in una verandina fuori dalla tenda, altrimenti ritagliati uno spazio dentro quest’ultima. Procurati anche dei piccoli ripiani dove mettere i pacchi di pasta, le scatolette e tutti gli utensili per cucinare per averli sempre a portata di mano: questo ti permetterà di accorciare i tempi e di godere maggiormente anche tu, Mamma, della tua vacanza in campeggio insieme al tuo bambino.


COMMENTA L'ARTICOLO