Il latte preferito dalle mamme

Cuore di mamma: Mery ed essere mamma.

9 Febbraio 2015

  • Il Mondo dei Bimbi

Mery non sa ancora cosa significhi essere mamma ma, presto o tardi, tutte le donne lo scoprono nel momento in cui sentono il battito del loro bambino alla prima ecografia.

Ed è esattamente così che Maria Pia, Mery per tutti, ha scoperto cosa vuol dire essere una madre. Mery è una studentessa universitaria (un riferimento alla famosa canzone di Simone Cristicchi che fa da colonna sonora alla sua vita è d’obbligo) svogliata e viziata. Proveniente da una classica famiglia medio borghese con un papà medico ed una mamma insegnante senza tempo per spiegarle che al mondo esiste anche la parola “sacrificio”.

Imparerà presto, però: precisamente al primo incontro con Stefano, giovane ricercatore universitario che la ragazza frequenta durante l’ultimo anno di università. L’assistente del professore è affascinante, colto ed educato: il fidanzato perfetto agli occhi dei genitori di Mery, un marito ed un padre perfetto agli occhi di Laura, sua moglie. Peccato che Maria Pia venga a sapere di una compagna e di un figlio solo dopo aver scoperto di essere incinta di tre mese e quindi senza possibilità di soluzione alternativa se non quella di tenere con sé il bambino.

Troppo tardi per tornare indietro, troppo distratti i suoi genitori per accorgersi del disagio della figlia nei confronti del bambino che viene al mondo, bello come il sole, sei mesi dopo. Paolo non ha nessuna colpa: solo quella di avere una mamma in piena crisi post partum e un papà che, una volta riconosciutolo e datogli un cognome, sparisce completamente dalla vita del bimbo.

Mery guarda Paolo ogni notte dormire nella sua culla tranquillo per due intere settimane ed ogni notte lo stesso pensiero la attanaglia:

“Non è mio figlio, non lo voglio, non ci riesco.”

Ed ogni notte cerca una soluzione: scappare lontano, abbandonarlo. E’ qualcosa che nemmeno lei sa spiegarsi. E’ così piccolo ed indifeso.

Durante la terza settimana di vita di Paolo, però, accade l’inaspettato: mentre nonna Marisa tiene il braccio il nipotino con fare distratto Paolo, preso da un attacco di tosse, vomita violentemente. Tutto accade in un attimo: la donna lascia cadere il bambino dalle sue braccia urlando spaventata.

La corsa in ospedale è istantanea e disperata ma, per fortuna, vitale. Paolo riporta solo una brutta frattura al braccino e qualche escoriazione ma Maria Pia capisce quanto sia importante essere madre: rischiare di perdere il suo bambino le ha davvero cambiato la vita.

E’ passato un anno: Mery è andata a vivere lontano da quella casa così distratta, dai suoi genitori, da un compagno sparito subito dopo la nascita del suo bimbo. Oggi lavora, è una donna responsabile e vive solo per il suo Paolo. E’ proprio vero: a volte per comprendere il valore di qualcuno devi rischiare di perderlo.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia la tua opinione o, perché no, la tua storia e continua a seguirci su bimbo&mamma.it! :)

Credits Photo: Pixabay.com


COMMENTA L'ARTICOLO