Il latte preferito dalle mamme

Come cambia la vita quando decidi di diventare mamma?

30 Settembre 2015

  • Il Mondo dei Bimbi

Nonostante tu abbia una vita piena tra amici, lavoro e altre attività, senti che è arrivato il momento giusto per avere un figlio. Ci hai pensato, ripensato e ormai sei convinta: vuoi avere un bambino. Sai cosa cambia nella vita quando decidi di diventare mamma?

Decidere di diventare mamma significa prendersi cura e carico di un’altra vita, quella di un neonato totalmente dipendete da te. Per questo motivo si dice che le donne sono gli esseri più coraggiosi del mondo. 9 mesi di gravidanza, pieni dei sintomi classici che di cui soffre una donna incinta, di fastidi, gonfiori e nausee, il dolore, contemporaneamente solo per abbracciare un fagottino che ti farà preoccupare, piangere, soffrire e preoccupare ventiquattro ore al giorno. Sembra un incubo, eppure… Eppure è il regalo più bello che la vita può farti. E’ l’atto d’amore più grande ed unico che capita nella vita di un essere umano.

Tutto cambia quando diventi mamma, quando hai un figlio: vuoi scoprire cosa?

  • aumentano le responsabilità
  • diminuisce il tempo per te stessa
  • dovrai trovare un nuovo equilibrio di coppia

Diventare genitori, insomma, cambia radicalmente la tua vita. Con l’arrivo di un figlio le abitudini, gli equilibri di coppia, le abitudini quotidiane, gli orari: tutto migliora, evolve, diventa più difficile. Dipende tutto da te, mamma (e dall’aiuto che ti darà il papà)! Diventare genitori quando si è giovani significa, poi, dover sentire le solite frasi, i soliti sproloqui e la solita psicologia

Sicuramente una di quelle cose che riorganizzerai saranno le tue priorità ed il tuo tempo libero. Se prima si lavorava duramente durante la settimana pensando solo al weekend che arrivava per riposare e divertirsi, le cose ora sono un po’ cambiate! Adesso bisogna pensare a lavorare, prendersi cura del proprio bambino e… trovare un attimo per te. Se all’inizio non ci riesci non avvilirti, la pratica ti renderà una perfetta organizzatrice: una mamma fantastica ed una manager che riesce a tenere tutto sotto controllo (o quasi). Se qualche volta qualcosa non va come hai programmato, però, non pensarci: capita a tutti. Gli imprevisti, soprattutto con un neonato, sono all’ordine del giorno e diventano la normalità quando si diventa mamma. Qualche suggerimento può esserti utile?

  • inutile puntare la sveglia ma crea delle sane abitudini: i bambini scandiscono gli orari svegliandosi prestissimo e restando attivi tutta la giornata. Prendi degli integratori alimentari se sei a corto di energie (sempre dietro suggerimento medico) ed elimina le cattive abitudini, come fumare e limitare l’alcool, ti sentirai più carica e riuscirai a stare dietro al pargolo tutto il giorno! Se da un lato è vero che bisogna seguire i naturali ritmi biologici del bambino è anche giusto dargli qualche regola: dare un orario alle poppate, abituarlo ad andare a nanna ad un’ora precisa. Darai al bambino delle sane abitudini e darai anche a te stessa il tempo per riposare e ricaricarti!
  • organizzare la giornata (calcolando gli imprevisti): è possibile anche rilassarsi e divertirsi con i bambini, lo sapevi? Il fatto che tu sia diventata mamma non significa assolutamente “mai più relax”. Significa soltanto imparare a farlo diversamente! Imparare a gestire i tempi una volta che sei diventata mamma non sarà facilissimo ma con organizzazione, buona volontà ed un po’ di aiuto da parte di chi ti sta accanto ce la farai. Comincia dedicando 5 minuti, la sera prima di andare a letto, alla creazione della lista di cose da fare: ti aiuterà a capire quali sono le priorità e quali le cose che puoi fare con più calma. Ora tutto ruota attorno ai tuoi piccoli, è vero, ma ritagliati sempre un po’ di tempo con loro senza dover correre tra una commissione e l’altra. Preferisci sempre anche un’ora passata in loro compagnia vissuta con serenità giocando e divertendoti che un’intera giornata in cui non riesci a goderti il tuo bambino perché non hai potuto (o saputo) organizzarti. Ricorda: nessuno può insegnarti il mestiere del genitore o come gestire i tuoi tempi, hai solo bisogno di tempo per imparare!
  • impara ad andare a letto presto: grazie alle liste di cose da fare con le priorità messe bene in evidenza e la tua super-organizzazione cerca di andare a letto presto. A meno che non ci siano imprevisti (la pupù, il vomito o le colichette notturne) a tenerti sveglia cerca di fare almeno 6 ore di buon sonno a notte. Almeno provaci!

COMMENTA L'ARTICOLO