Il latte preferito dalle mamme

Diventare mamma

Consigli pratici per affrontare più preparate il compito di madre

Visualizza

La nascita di un bambino rappresenta un momento fondamentale nella vita di ogni donna e di ogni coppia: si diventa una famiglia. Nove lunghi mesi ad aspettare tuo figlio e poi l’attimo di felicità più intenso che si possa pensare: eccolo è lì, puoi stringerlo tra le tue braccia. Un sogno che diventa realtà!

I primi giorni dopo il parto saranno davvero unici: piacere, dolore, un gran senso di responsabilità verso la nuova vita appena arrivata ed orgoglio di essere genitore. Nessuno può insegnare ad un altro ad essere mamma o papà: è un mestiere che si impara… facendo! La paura di fare errori e l’ansia di commettere sbagli può frenare qualunque persona ma non bisogna farsi fermare da queste sensazioni negative. Ci sono tante emozioni positive che riempiono il cuore quando si diventa genitori: amore, tenerezza e dolcezza la faranno da padrone ma anche preoccupazioni e dubbi. Domande del tipo “avrà mangiato abbastanza”, “quando devo cambiargli il pannolino”, “il suo culetto è arrossato: cosa devo fare” o “come capisco quando ha realmente fame?” affolleranno i pensieri di ogni mamma ed ogni papà!

Tranquilli: solo il tempo e l’esperienza aiuteranno a vivere ogni singolo momento della maternità e della paternità in modo tranquillo, con gioia e meno apprensione. Quella, però, non passa (quasi) mai ma può essere controllata!

 

Come cambia la vita quando decidi di diventare mamma?

Nonostante tu abbia una vita piena tra amici, lavoro e altre attività, senti che è arrivato il momento giusto. Ci hai pensato, ripensato e ormai sei convinta: vuoi avere un bambino. Sai cosa cambia nella vita quando decidi di diventare mamma?

Significa prendersi cura e carico di un’altra vita. Per questo motivo si dice che le donne sono gli esseri più coraggiosi del mondo. 9 mesi di fastidi, gonfiori e nausee, il dolore, contemporaneamente solo per abbracciare un fagottino che ti farà preoccupare, piangere, soffrire e preoccupare ventiquattro ore al giorno. Sembra un incubo, eppure… Eppure è il regalo più bello che la vita può farti. E’ l’atto d’amore più grande ed unico che capita nella vita di un essere umano. Tutto cambia: vuoi scoprire cosa?

– aumentano le responsabilità
– diminuisce il tempo per te stessa
– dovrai trovare un nuovo equilibrio di coppia

Diventare genitori, insomma, cambia radicalmente la tua vita. Con l’arrivo di un figlio le abitudini, gli equilibri di coppia, le abitudini quotidiane, gli orari: tutto migliora, evolve, diventa più difficile. Dipende tutto da te, mamma (e dall’aiuto che ti darà il papà)!

Sicuramente una di quelle cose che riorganizzerai saranno le tue priorità ed il tuo tempo libero. Se prima si lavorava duramente durante la settimana pensando solo al weekend che arrivava per riposare e divertirsi, le cose ora sono un po’ cambiate! Adesso bisogna pensare a lavorare, prendersi cura del proprio bambino e… trovare un attimo per te. Se all’inizio non ci riesci non avvilirti, la pratica ti renderà una perfetta organizzatrice: una mamma fantastica e una manager che riesce a tenere tutto sotto controllo (o quasi). Se qualche volta qualcosa non va come hai programmato, però, non pensarci: capita a tutti. Gli imprevisti, soprattutto con un neonato, sono all’ordine del giorno e diventano la normalità quando si diventa mamma. Qualche suggerimento può esserti utile?

– inutile puntare la sveglia ma crea delle sane abitudini: i bambini scandiscono gli orari svegliandosi prestissimo e restando attivi tutta la giornata. Prendi degli integratori alimentari se sei a corto di energie (sempre dietro suggerimento medico) ed elimina le cattive abitudini, come fumare e limitare l’alcool, ti sentirai più carica e riuscirai a stare dietro al pargolo tutto il giorno! Se da un lato è vero che bisogna seguire i naturali ritmi biologici del bambino è anche giusto dargli qualche regola: dare un orario alle poppate, abituarlo ad andare a nanna ad un’ora precisa. Darai al bambino delle sane abitudini e darai anche a te stessa il tempo per riposare e ricaricarti!
organizzare la giornata (calcolando gli imprevisti): è possibile anche rilassarsi e divertirsi con i bambini, lo sapevi? Il fatto che tu sia diventata mamma non significa assolutamente “mai più relax”. Significa soltanto imparare a farlo diversamente! Imparare a gestire i tempi una volta che sei diventata mamma non sarà facilissimo ma con organizzazione, buona volontà ed un po’ di aiuto da parte di chi ti sta accanto ce la farai. Comincia dedicando 5 minuti, la sera prima di andare a letto, alla creazione della lista di cose da fare: ti aiuterà a capire quali sono le priorità e quali le cose che puoi fare con più calma. Ora tutto ruota attorno ai tuoi piccoli, è vero, ma ritagliati sempre un po’ di tempo con loro senza dover correre tra una commissione e l’altra. Preferisci sempre anche un’ora passata in loro compagnia vissuta con serenità giocando e divertendoti che un’intera giornata in cui non riesci a goderti il tuo bambino perché non hai potuto (o saputo) organizzarti. Ricorda: nessuno può insegnarti il mestiere del genitore o come gestire i tuoi tempi, hai solo bisogno di tempo per imparare!
– impara ad andare a letto presto: grazie alle liste di cose da fare con le priorità messe bene in evidenza e la tua super-organizzazione cerca di andare a letto presto. A meno che non ci siano imprevisti (la pupù, il vomito o le colichette notturne) a tenerti sveglia cerca di fare almeno 6 ore di buon sonno a notte. Almeno provaci!

La vita prima e dopo l’arrivo di un bambino

Quando si diventa mamma la tua vita si rivoluziona completamente. Accetti un cambiamento definitivo: non si torna più indietro. Fortunatamente! E’ vero che insieme al bambino arrivano responsabilità e paure. Arrivano, però, anche tante gioie e sensazioni positive, mai provate prima.

Nove mesi di gravidanza passati nell’attesa del tuo bambino. Giorni pieni di dubbi per l’impegno che ti aspetta: “sarò una buona mamma”, “riuscirò a fare tutte le cose che fanno le mie amiche”, “impazzirò”. Mamma, stai tranquilla, come ti abbiamo già detto, è tutta una questione di pratica: tutto ti verrà naturale in pochissimo tempo, vedrai. Sicuramente le tue abitudini cambieranno a cominciare:

– dalle ore di sonno che seguiranno quelle del bambino (ma tu, come ti abbiamo già suggerito, prova a dargli delle regole su orari della nanna e sulle poppate). Decidi da subito dove il bambino dormirà: se lo abitui subito a dormire da solo, sarà può facile avere tutti un sonno più regolare. Se hai paura di non sentirlo piangere o se si sveglia puoi utilizzare un dispositivo per sentire il bambino a distanza.
– dal tuo stile di vita e da quello che facevi prima: sicuramente non potrai più tirar tardi tutte le sere o avere le stesse abitudini di prima. Cambiano anche gli interessi: ora (quasi) tutto ruoterà attorno al tuo bambino. Chiacchierate ed amicizie con altre mamme ti faranno scoprire nuovi orizzonti! Questo non significa che non potrai più andare ad un concerto o a cena, soltanto lo farai con tempi e spesso in compagnia dei più piccoli. E troverai anche nuovi posti e cose che, magari, ti sorprenderanno: parchi, ludoteche ed altri luoghi che magari neppure pensavi di frequentare diventeranno i tuoi preferiti!
le tue priorità: sorprendentemente essere più burrosa non sarà più una tragedia, avere i capelli in disordine ti sembrerà normale e avere meno trucco quasi una liberazione. Non pensare neppure per un attimo che lo stile sciatto sia quello che fa per te: magari utilizza uno stile più semplice, quello che ti fa essere pronta in 10 minuti ma non rinunciare mai alla tua femminilità e ad essere te stessa. Finiresti per essere “solo” una mamma: non dimenticare mai di essere una donna!

Diventare mamma: i dubbi più ricorrenti

Stai per diventare mamma ed è più che normale avere dei dubbi. Essere preoccupate per la gravidanza, soprattutto se è la prima, ti farà sembrare tutto nuovo ed imprevedibile: vorresti solo che tutto andasse per il meglio e desideri essere una buona mamma!

Questo è probabilmente il dubbio più frequente di ogni donna che aspetta un bambino. E’ normale essere un po’ confusa circa la situazione. Magari ora sei super-sicura delle tue capacità ma più vai avanti nella gravidanza più ti assalgono domande su cosa succederà quando arriverà il neonato.

• La mia vita cambierà, riuscirò a gestirla?
• Sarò in grado di educare un bambino?
• Saprò accudirlo?

Beh, tranquillizzati perché il solo fatto di preoccuparsi di essere una buona mamma ti dà il 100% di possibilità di esserlo perché ci tieni! L’istinto materno sarà il tuo migliore amico e ti guiderà fin dai primi momenti con il tuo bambino. Il tuo organismo è fatto per dare al bimbo tutto quello di cui ha bisogno. Lascia solo che la natura faccia il suo corso. Tranquillizzati e goditi l’esperienza di diventare mamma. Ce la farai, sarai bravissima!

L’altro dubbio più ricorrente nelle neo-mamme è la salute del proprio bambino. Come potrebbe non essere altrimenti? Le paure più comuni sono:

listeriosi: un’intossicazione da listeria è molto pericolosa per mamma e bimbo ma è altrettanto rara. Colpisce pochissime donne e per evitare l’infezione basta mangiare la carne ben cotta e conservare i cibi nel modo migliore possibile. Soprattutto, se hai dei dubbi sul cibo, rivolgiti sempre al tuo medico di fiducia.
cordone ombelicale: la paura che questo possa avvolgersi al collo del bambino e fargli del male. I dottori sapranno come fare per evitare situazioni pericolose per il neonato. fare del male al bambino mentre è ancora in utero: lui è avvolto dalla placenta quindi sarà davvero difficile che succeda, mamma! Il tuo organismo è fatto apposta per proteggerlo fino al giorno in cui verrà al mondo.
nascita prematura: dopo il sesto mese, il neonato è in grado di vivere fuori dall’utero con il dovuto aiuto medico. Le statistiche parlano del 10% delle gravidanze che terminano prima delle 36 settimane canoniche. Lo staff medico che ti segue saprà come gestire la situazione al meglio per te ed il tuo bambino, nell’eventualità che accada un parto pre-termine.
difetti alla nascita: la paura che il tuo bambino nasca con un difetto è normale. La percentuale che un neonato nasca con un difetto alla nascita è di circa il 4% e molti di questi, circa il 65% si risolvono da soli o con interventi semplici. Esistono specifici esami che puoi effettuare durante la gravidanza per tenere tutto sotto controllo.

Diventare mamma a 20, 30 e 40 anni

20, 30 o 40: qual è il momento giusto per diventare mamma? Ogni donna (o quasi) ha questo desiderio. Qual è l’età ideale per una gravidanza? Non importa quale sia l’età in cui si diventa mamma, è sempre e comunque una gioia ed un’avventura avere un bambino. E’ ovvio, però, che ogni stagione della vita regala una visione diversa della vita e delle cose che accadono. Restare incinta a 20 anni è un conto, diventare mamma a 30 o 40 anni è un pizzichino diverso. Le emozioni, le sensazioni e le paure sono differenti da persona a persona.

La voglia di diventare mamma a 20 anni è grande come a qualunque altra età. Decidere di avere un bambino a questa età significa crescere insieme a lui, vivere la gravidanza con una maggiore serenità ed una leggerezza che altre donne non possono avere. Allo stesso tempo, però, si è più inesperte ed impaurite perché ancora un po’ figlie. Si può contare su una vasta rete di aiuto e di sostegno però proprio per la giovane età! Quindi, non disperare mamma: sei giovane e hai una vita intera per imparare.

A trent’anni cominciano le vere sfide: non si è più delle ragazzine ma si ha ancora tanta strada da fare nella vita. Si è (almeno si spera!) più stabili economicamente, si comincia ad avere una carriera avviata ed un compagno collaborativo e che ti sostiene. Nei sogni! La verità è che avere un bambino a trent’anni non è facile con la crisi, ma si ha una consapevolezza maggiore nella scelta di avere un figlio. Le energie non sono al top, la stanchezza dopo un’intensa giornata di lavoro si fa sentire ed aumentano i rischi legati al parto (è più alta la possibilità di avere il cesareo) ma avere un bambino a trent’anni è il coronamento di un percorso di crescita personale ben ponderato.

La maternità a quarant’anni: sempre più donne, vuoi la crisi, vuoi un’invecchiamento del tessuto demografico italiano, scelgono di diventare mamme alla soglia dei quaranta ed anche oltre. La consapevolezza di questa scelta che comporta rischi dal punto di vista fisico (affaticamento, aumento dei rischi legati al parto) e psicologico ha però un risvolto sempre più positivo. Tante mamme infatti vivono quest’esperienza come una vera e propria rinascita personale. Perché non provarci allora (sempre seguite passo per passo da un buon team medico)?

 

Qualche consiglio sull’alimentazione per diventare mamma

Quando si sta per diventare mamma è importante avere un’alimentazione ben bilanciata. Cosa è indicato mangiare (e cosa non) in gravidanza? Una dieta ricca e diversificata è importante per far crescere il tuo bambino sano e forte. Rispetto a prima dovrai introdurre circa 200 calorie in più. Il senso di nausea nei primi mesi non aiuta di certo, ma tu cerca di mangiare in maniera bilanciata e di prendere le vitamine.

Mangia un po’ di tutto per avere tutti i nutrienti che vi occorrono. Fai tanti piccoli pasti piuttosto che pochi ma più impegnativi. Durante la giornata dovresti cercare di includere il pane o i cereali in ognuno dei pasti. Frutta e verdura andrebbero consumate dalle 2 alle 4 volte. Anche fonti di proteine come uova e carne, così come i latticini(fondamentali per il calcio) andrebbero assunte almeno 4 volte. Cerca di limitare i grassi e gli zuccheri
L’alcol è assolutamente vietato e dovresti evitarne l’assunzione anche in piccole quantità
– Mangia almeno 3 porzioni di cibi ricchi di ferro al giorno. Dei buoni esempi sono la carne magra, gli spinaci, i fagioli o i cereali a colazione. La quantità consigliata è di circa 27 mg al giorno
Evita i formaggi a pasta molle come il brie, la feta e il gorgonzola. Sono formaggi generalmente non pastorizzati. Non c’è nessun motivo per evitare i formaggi a pasta dura, i formaggi fusi, i formaggi spalmabili e lo yogurt. Il calcio è importante per il tuo bambino
– L’alimentazione in gravidanza deve essere ricca di vitamina C: da assumerne almeno una volta al giorno. Gli agrumi ne sono ricchissimi ma anche pomodori, cavoletti di Bruxelles e i broccoli ne contengono in abbondanza.

Come essere una brava mamma: qualche consiglio sparso

Fare la mamma è la missione più difficile del mondo: nessun libretto di istruzioni, nessun vademecum, solo l’istinto e… l’esperienza delle altre donne che condividono la gioia del parto e della crescita di un bimbo. Quali sono le indicazioni da seguire? A chi dare retta per dare al proprio bambino la vita migliore che si possa sognare?

# 1 Cominciare la giornata in modo diverso: è il momento più caotico della giornata e, a seconda del tipo di impegni che ha, ogni mamma impazzisce a modo suo. Tra la colazione da preparare, la casa da pulire e il pranzo a cui pensare… ah, i bimbi! Non dimentichiamoci dei bimbi! Insomma, prendersi un momento per se stesse è quasi un obbligo, anzi, diciamocelo: fermati e respira, mamma!

# 2 Proviamo con la meditazione: prendersi 5 minuti all’interno di un’intera mattinata per respirare e rilassarsi, tutto qui. Sembra un’impresa impossibile ma volere è potere, recita la saggezza popolare.

# 3 Giocare coinvolgendo tutta la famiglia: cominciare la giornata con tutta la famiglia riunita per la colazione è quasi un mito che può vedere nelle migliori… pubblicità! Cosa fare per coinvolgere i bimbi ed il papà in un buongiorno divertente? Un metodo davvero divertente sembra essere quello di raccontare una storia una frase per volta. Se non si riesce a farlo tutti intorno al tavolo, si può giocare durante la giornata mantenendo anche viva la storia dandosi appuntamento nei vari momenti della giornata. I bimbi attenderanno con ansia il momento della nanna per sapere come va a finire la storia. Provare per credere!

I bimbi sono a letto: prepariamoci per un’altra dura giornata: sei arrivata alla fine della giornata fra mille battaglie. Ora, guerriera, siediti, rilassati e goditi quest’attimo di intimità con il tuo lui e preparati con energia a domani!
Provare ad uscire dalla routine anche per mangiare un gelato d’inverno, sfidare il papà a scacchi (anche se non ci sai giocare, non importa, provaci!), scrivere 5 cose per cui sei grata. Rilassarsi darà la carica giusta per affrontare un’altra giornata folle da mamma.

 

Essere mamma rende più belle (dentro e fuori)

Sapevi che gli ormoni non rendono soltanto acide, intrattabili ed antipatiche le donne? Si, ci sono anche (e sono anche tanti!) risvolti positivi per la mente ed il corpo mentre si aspetta di diventare mamma.

# 1 Tante coccole in più

Tutto diventa colorato, vedi bimbo ovunque e tutti ti sorridono, sono più gentili e carini con te! Quando vedi una donna incinta ti scappa inevitabilmente un sorriso: è normale, pensi che quella donna sta sperimentando la gioia di aspettare un bambino e di vivere l’avventura unica diventando mamma. Adesso tocca a te! Fatti coccolare: se qualcuno (un’amica, il tuo compagno, la tua mamma o, se sei fortunata, perfino la suocera) si offre di darti una mano, cucinare per te o farti un massaggio ai piedi approfittane! Lascia che le persone intorno a te partecipino alla tua dolce attesa. Vivere questa esperienza con chi ami non può che fare bene a te ed al bambino. Sarai più serena, potrai confrontarti con altre donne che hanno vissuto già quest’esperienza e riposarti prima che arrivi il bimbo a toglierti sonno, energie e latte!

# 2 Puoi fare il pieno di energia

Molte donne accusano molta stanchezza in gravidanza, ma c’è più di un rimedio. Ecco come recuperare energia in vista della nascita del bambino:

– i medici consigliano di dormire almeno 8-9 ore per notte per avere un sonno ristoratore. Potresti avere dei fastidi per il bisogno di urinare spesso (tipico sintomo della gravidanza), per i bruciori di stomaco o per la costipazione: puoi favorire il sonno con una tisana calmante. Per combattere lo stress e regalarti un po’ di relax utilizza estratto di melissa, camomilla o valeriana. Evita sostanze non naturali per dormire.
Fai allenamento durante le pause: fai stretching mentre prepari la cena, al mattino 5 minuti prima di fare colazione o fai una passeggiata di 30 minuti circa per attivare la circolazione e restare in forma. fai piccoli sonnellini durante la giornata quando ti è possibile. Evita la caffeina, le bevande gassate e le tisane con teina e gli eccitanti (anche quelli naturali). Un’alimentazione controllata e sana ti farà riposare meglio.
Sapevi che ci sono dei cibi che ti permettono di alleviare il gonfiore alle gambe? Oltre ad un’attività fisica leggera, assumere alimenti ricchi di calcio, vitamina A, B6 e C. Con una dieta variata aumenterai così la tua energia durante la gravidanza. Preferisci i cibi freschi a quelli lavorati perché hanno meno carboidrati complessi. Non dimenticare di bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Che sia estate o inverno, assumere liquidi è fondamentale per reintegrare le forze e le energie.

# 3 Più belle dentro e fuori

Durante la gravidanza si diventa più belle, dentro e fuori. Uno dei periodi più belli della vita di ogni donna che ha la fortuna di diventare mamma. Ogni mamma la vive a modo proprio: ogni gravidanza è differente. La sensazione di meraviglia, di tenerezza e serenità, quella è comune a tutte!

Ci sono gli effetti “negativi”, è vero: il tessuto adiposo che si accumula, gli ormoni che prendono il sopravvento, possono sopraggiungere alcuni disturbi (come diabete gestazionale ed ipertensione oppure una possibile anemia dovuta ad una mancanza di ferro). La gravidanza, però, porta anche tanti benefici:

– una pelle più bella e luminosa. Puoi dire addio ai brufoli e alle macchie sulla pelle! un senso di tranquillità e serenità generale: hai tutto il tempo di organizzare tutto per l’arrivo del tuo bambino;
– puoi pensare in tutta libertà al miracolo della vita che porti dentro di te: vestitini, coccole e tanto amore in arrivo!
– essere al centro dell’attenzione: coccole e premure, come una principessa;
– dopo le prime settimane, ti sentirai radiosa;
– fa bene al cervello ed al carattere;
– puoi ascoltare più profondamente i ritmi del tuo corpo ed assecondarli
– meno emicranie, unghie più spesse e sane, capelli più folti e seno più abbondante.

# 4 Affronta la gravidanza con positività

Quando stai per diventare mamma, si è capito, il mondo cambia: tu, però, cerca di restare fedele a te stessa. Non perdere mai il senso dell’umorismo e dell’ironia, affronta tutto con positività e con il sorriso!
La gravidanza farà bene al tuo corpo ma anche al tuo carattere: con un bambino in arrivo imparerai ad essere più paziente, più elastica e comprensiva. La cosa importante è che tu non dimentichi di essere una donna prima di essere mamma.
Nove mesi sono tanti, quindi hai tutto il tempo per concentrarti sull’organizzazione della nuova vita: cerca di prevedere gli imprevisti, ma non cercare la perfezione, se qualcosa non è perfetto o se non è tutto a posto non preoccuparti. Prenditi una pausa e riparti!

Sei pronta per diventare mamma di un bellissimo bambino?