Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

Chiara Limonta

Buonasera,
In data 22/12 nel mio 23º giorno di ciclo ho avuto un “rapporto“ non protetto anche se non completo, è durato davvero molto poco, solo qualche penetrazione perché poi siamo stati interrotti, ben lontano dall’eiaculazione. Premetto che ho un ciclo solitamente molto regolare, di 28/29 giorni e avevo già sintomi premestruali con tensione al seno ecc. Anche se forse non era il caso dato il periodo non fertile e le dinamiche del rapporto, presa dall’ansia ho preso il giorno dopo ho preso la pillola Ellaone.
Il ciclo sarebbe dovuto venirmi il 27/12 ma non è ancora arrivato nonostante continui ad avere sintomi premestruali, ma presumo a causa della pillola.
Oggi in data 29/12 ho avuto un altro rapporto, prima di mettere il preservativo per pochissimo ci sono state poche penetrazioni senza preservativo ma poi è avvenuto tutto in maniera corretta.
So di aver sbagliato, sopratutto perché poi mi lascio prendere dall’ansia ma mi chiedevo se fosse necessario prendere nonostante sia passato poco tempo un’altra pillola del giorno dopo.
Grazie

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima

il ritardo è dovuto solo all’assunzione della pillola del giorno dopo. Il tutto si sitemerà con il tempo senza alcuna terapia.

La saluto cordialmente

Invia una domanda