Il latte preferito dalle mamme

Anna D'Addio

Ostetrica

Sono un’ostetrica, laureata nel 2004 alla scuola di Ostetricia di Caserta con tesi sulla distocia di spalla. Ho partecipato al corso di acquaticità in gravidanza e insegno ginnastica e rilassamento in acqua. Ho lavorato in sala parto presso varie struttura sanitarie a Napoli e Caserta. Sono lieta di rispondere a domande legate al parto, al delicato periodo del dopo-parto e all’allattamento.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

francesca

Bungiorno, sono mamma di un bimbo di 25 giorni che alla nascita pesava 4,03 kg. Il bimbo si e‘ immediatamente attaccato al seno e il latte sembrava essere sufficiente, in realta‘  dopo 15 giorni dalla nascita non aveva recuperato il calo fisiologico e piangeva giorno e notte. Attualmente mangia latte artificiale dopo essere stato attacco al seno. Generalemente prende 40/50 grammi del mio latte piu‘  80/100 grammi di latte artificiale Humana. Volevo chiederle: mangia troppo? Forse il mio latte non e‘ nutriente e cosi‘  ha comunque bisogno di molto latte artificiale? Inoltre, crede che potra‘  mai allattarlo solo con il mio latte? Come posso fare per produrne di piu‘? Grazie per l‘attenzione. Francesca

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara FRANCESCA, per avere latte bisogna che il suo bimbo ciucci tanto.
Non mi racconta quanti pasti fa il piccolo quotidianamente, per cui le propongo di attaccarlo al seno 10−12 volte nell‘arco delle 24 ore. Non si spaventi, mi riferisco alla fase di stimolazione, poi correggeremo il tiro!
Continui con l‘aggiunta di latte, ma solo a 5−6 poppate, quelle che gli sta offrendo adesso. Non sostituisca mai il pasto con il latte artificiale, lo mantenga come aggiunta. Sopratutto tenga presente che solo la suzione del bambino stimola la produzione di latte. Mi riscriva fra 3−4 giorni per dirmi se è cambiato qualcosa, per poterci adattare rispettando la fisiologia.

Invia una domanda