Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

giorgia

Buon giorno dottore, sono al sesto mese di gravidanza e sono stata in stretto contatto con un bambino affetto da citomegalovirus. Volevo chiedere dopo quanto tempo devo fare le analisi per accertare un contagio con IGG positive. A quest epoca gestazionale il feto può avere danni, a che livelli? sono molto preoccupata, grazie

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima deve fare le analisi almeno dopo venti giorni dall'ipotetico contagio e deve controllare le IgM. Le IgG indicano le pregresse infezioni, nel senso che se lei Ha già le IgG positive, non deve preoccuparsi più di tanto. In caso di infezione, a quest epoca di gravidanza, i rischi di danni cerebrali sono veramente minimi. La saluto cordialmente

Invia una domanda