Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

a. D.

Buonasera Dottore, le scrivo per sapere se può aiutarmi a sciogliere un dubbio che mi é venuto da un paio di giorni. Ho 30 anni, e da qualche tempo mio marito ed io ci concentriamo in rapporti mirati alla ricerca di un figlio. Ho avuto il penultimo ciclo con cadenza regolare a partire dallo scorso 8 luglio, e credo di aver poi ovulato regolarmente dopo 14 giorni a giudicare dai dolori piuttosto forti che ho avvertito in corrispondenza dell’ovaio destro. A distanza di una settimana (27/28 luglio) ho notato sulle mutandine una perdita di colore rosso scuro e già  cominciavo ad avvertire, un po’ in anticipo rispetto al solito, le avvisaglie dei dolori premestruali, che per un intero giorno (mai accaduto) si sono concentrati al centro del basso ventre accompagnati da scossette e da una specie di pizzicorio sempre intorno all’area dell’ovaio destro. Il 2 agosto, tre giorni prima del previsto, i dolori si sono accentuati e sono cominciate le prime perdite mestruali, di colore rosso vivo e molto poco abbondanti (di solito il ciclo dura almeno 4 giorni, due/tre dei quali particolarmente copiosi) che sono durate non pi๠di due giorni. Ciò che mi risulta pi๠strano é che adesso ho il seno gonfio e dolorante e soprattutto molta sensibilità  ai capezzoli, al punto da non sopportare neanche il reggiseno, doloretti all’ovaio dx e al basso ventre che ricordano quelli premestruali, anche se molto pi๠“morbidi”, poco appetito (e non é da me!) e una sensazione quasi continua di tiraggio alla gamba dx. Girando un po’ in rete ho visto che si parla spesso di false mestruazioni; c’é un modo per individuarle correttamente, e crede potrebbero rientrare nel mio caso? Oppure tutti questi strani segnali possono essere un campanello d’allarme per qualche eventuale problema? Cosa mi consiglierebbe di fare? Grazie mille e buon lavoro.

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima Sig.ra

quello che deve fare è un test di gravidanza, se fosse negativo deve sottoporsi ad un‘ecografia pelvica con visita in modo da capire la causa del suo disturbo. Potrebbe trattarsi di un follicolo persistente , opure di un‘infiammazione pelvica. Tutto risolvibile stia tranquilla.

Mi faccia sapere. 

Invia una domanda