Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

pam

Buongiorno dotoressa,
ho 37 anni ed in cerca del secondo figlio da settembre. Ho le ovaie micropolicistiche. Ho già una bambina concepita con clomid il rimo mese di tentativi. Dopo la gravidanza (avvenuta nel giugno del 2016) il ciclo mi è ritornato solo a marzo 2018 …probabilmente perché ho allattato per molto tempo. Da quando il ciclo mi è ritornato penso di aver ovulato spontaneamente poiché ho sempre avvertito i dolorini a metà mese ed osservato muco fertile dopo il quale, (dopo 14 giorni), ciclo. Da settembre, proprio quando con il mio compagno abbiamo deciso di ricercare una seconda gravidanza, senza aiuto di farmaci, nella fase post ovulazione sono incominciate delle perdite marrone scuro. A Settembre incominciate al 10po, ad ottobre all’8po. HO incominciato anche a misurare la temperatura basale e dal grafico è evidente che sia avvenuta l’ovulazione poiché la tb aumentata da 36.1° a 36.6°. Ad ottobre, dopo 7 giorni dall’ovulazione la mia ginecologa mi ha prescritto il dosaggio del progesterone…ma di mia iniziativa ho effettuato anche altri dosaggi: estradiolo 17 beta: 159 pg/ML ( fase foll:27-122, picco ovul 95-433, fase luteinica 49-291, menopausa: 263-40), FSH: 3,82 mUl/mL ( fase foll:3,5-8,78, picco ovul 4,54-22,51, fase luteinica 1,79-5,12, post-menopausa:16,74-113,59, bambina:2-12),prolattina 4,6 ng/mL (3-27, post-menopausa 3-17, bambini:1-20), LH 6,14 mUl/mL ( fase foll:2,12-10,89, picco ovul 19,18-103,3, fase luteinica 1,2-12,86, menopausa:10,87-58,64),progesterone: 10,59 mg/ml (fase foll:0,31-1,52, fase luteinica:5,16-18,56, post-menopausa: <0,58, 1° trim grav : 4,70-50,70, 2°trim grav.: 19,40-45,30), AMH: 3,16 mg/ml (0,96-13,34 Età 18-25 ANNI, 0,17-7,37 Età26-30ANNI, 0,07-7,35 Età 31-35ANNI, 0,03-7,15 Età 36-40ANNI, <3,27 41-45 anni, <1,15 età >4 anni, <3,39 pediatrici < 60 giorni). Sabato, pur avendo spotting mi sono sottoposta a visita ginecologica. Dalla eco transvaginale sembra tutto ok. La mia ginecologa mi ha prescritto il progefikk dal 15° giorno pe 10 giorni dicendomi che se non notavo ovulazione prima del 14 giorno di aspettare e di assumerlo il giorno dopo dell’ovulazione. Secondo lei potrbbe esserci un calo repentino del progesterone nella fase luteale….Ma se al 7 po il progesterone era 10,59…possibile che all’8po già avevo spotting? A maggio ho fatto anche pap test ed era negativo. Cortesemente ho diverse domande: 1) Va bene se misurando la tb inizio l’assunzione il giorno in cui vedo il picco massimo ? (successivo alla temperatura min rilevata ) ? non vorrei blocacre l’ovulazione. 2) Come le sembra il mio quadro ormonale? Grazie in anticipo per la cortese attenzione.

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima Dalla sua storia i sembra chiaro che senza un aiuto farmacologico la gravidanza stenterà ad arrivare .il progesterone può essere assunto dopo il picco di temperatura.il suo quadro ormonale conferma la diagnosi di ovaie microcistiche e quindi suscettibili di terapia per raggiungere il concepimento. La saluto cordialmente

Invia una domanda