Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

francesca

Buongiorno, avevo un setto uterino di 22 mm. Ho fatto un primo intervento nel quale mi sono stati rimossi 15 mm. Fra pochi giorni farò un secondo intervento per completare la rimozione. Il setto una volta rimosso potrebbe riformarsi? Avrei inoltre un’altra domanda: mi è stata eseguita anche la laparoscopia per l’esame dell’apertura delle tube. Esito: tube chiuse. Ma com’è possibile dato che qualche mese fa ho avuto una gravidanza che poi si è rivelata uovo chiaro? Può essere una chiusura temporanea? Grazie mille per le risposte

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima l'intervento chirurgico è risolutivo cioè una volta rimosso il setto questo non si può riformare. per quanto riguarda la seconda domanda, devo dedurre che evidentemente non sono completamente chiuse le tube in quanto ha avuto una gravidanza. Se le tube fossero state completamente chiuse non sarebbe stato possibile un concepipmento. Io credo che con il secondo intervento che adesso subirà si controllerà anche lo stato delle tube. La saluto cordialmente

Invia una domanda