Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

sofia

Buongiorno Dott.re, mi chiamo Sofia e ho 31 anni, La contatto perché vorrei avere un’informazione in merito alla cistite. Venerdì sera ho avuto un rapporto sessuale protetto con preservativo. Il giorno successivo, sabato , avevo bruciore esterno e continuo alla vulva e dolori interni all’altezza del pube. La domenica mattina il dolore interno era sparito, mentre il bruciore alla vulva era diminuito; alla sera dello stesso giorno il bruciore è aumentato e ho iniziato ad avere forti dolori durante la minzione, quindi cistite. Quello che vorrei sapere è se è possibile avere una cistite in seguito ad un rapporto protetto con preservativo e cosa posso fare per evitare che accada di nuovo. (Da un’ecografia addominale, ho l’uretra corta e la vescica molto bassa, si trova dietro l’osso pubico).
Grazie, cordiali saluti Sofia

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima purtroppo può capitare che un rapporto possa scatenare un attacco di cistite. Se dovesse succedere la prossima volta ne parli con un collega che le potrà prescrivere il farmaco adatto per evitare che succeda di nuovo. Per prevenire al momento (visto il gran caldo) beva moltissimo in modo da diluire le urine e da tenere in buona salute la vescica. La saluto cordialmente

Invia una domanda