Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

viviana

Buongiorno dottore, a novembre 2016 ho avuto un parto pretermine alla 26esima settimana, la bambina era podalica, ho affrontato un parto naturale e la bambina è morta. Sono rimasta nuovamente incinta a febbraio 2018, ho fatto prima ecografia a 7 + 3 e l’embrione risultava più piccolo di una settimana, ma l’attività cardiaca era perfettamente visibile e tutto era ok. Sabato ho fatto una visita a 10+2 e purtroppo non c’era più battito, l’embrione risultava fermo a 7 settimane. Secondo lei, anche se i due casi sono differenti, sarebbe il caso di fare delle indagini approfondite su di me o sul mio compagno? La ringrazio e in attesa di una sua risposta rivolgo distinti saluti.

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima purtroppo si trattano di due episodi che non hanno collegamento e posso solo immaginare il dolore che state provando in questo momento. Parlatene con il collega in modo da programmare la prossima gravidanza con qualche precauzione in più, aiutando la gravidanza con un piccolo supporto farmacologico. La saluto cordialmente

Invia una domanda