Il latte preferito dalle mamme

Pietro Buono

Pediatra

Sono un pediatra, attualmente Direttore di Unità Operativa presso l’UOSD di Diabetologia Pediatrica dell’A.O.U Federico II di Napoli. Mi occupo da sempre alla salute dei bambini con entusiasmo e passione. Ho dedicato moltissimo tempo ad essere un aiuto per le mamme, a risolvere i loro dubbi e a dare una mano ai loro bimbi. Sarò lieto di rispondere ad ogni domanda riguardo tuo figlio.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

mauro de russo

Buongiorno e grazie per le preziose informazioni ed il supporto.
mio figlio è nato il 3-8-11 (ad 8 mesi per gestosi).
una settimana fa, al controllo pediatrico, il medico ha evidenziato il piede “che non appoggiava bene”, lui sosspetta che i piedi possano essere “tendente al piatto” e ha segnalato la necessità di visita da ortopedico per predisporre un plantare.
oggi, pero’, a mare, un ortopedico (amico di famiglia) ha detto, vedendo il bimbo, che il plantare secondo lui puo’ essere inutile, perche’ piu’ che da un ortopedico, il controllo andrebbe fatto da un neurologo per il fatto che, sempre a suo dire, il bimbo non cammina bene ne’ poggia bene il piede sinistro (quindi, ha detto, “potrebbe essere qualche nervetto della gamba”). Sinceramente la cosa ci ha messo un po’ in apprensione.
io non so nulla di medicina, ma il bimbo, secondo me, non ha piede piatto (ha un bel incavo..) ne’ ha problemi a correre, giocare a pallone, non è sovrappeso (anzi è al 5% percentile..) , non si lamenta mai, nè ha difficoltà a stare in piedi ( anzi è difficile tenerlo fermo..).
quale patologia potrebbe eserci in questo caso (senza nessun sintomo, se non , come detto, il fatto che è al 5% percentile, ma non penso sia collegato..)?
grazie ancora.
Mauro.

L’ESPERTO RISPONDE…

Buongiorno a Lei, e grazie per gli apprezzamenti professionali : io e i miei Colleghi , ciascuno per le proprie aree specialistiche di appartenenza, cerchiamo di essere sempre presenti per offrire supporto e qualche volta anche conforto. Dunque il tema del piede piatto forse si o forse no nel bambino di 4 anni e' da sempre dibattuto e soprattutto lo e' ancor più' il trattamento ortesico ( plantare , scarpa etc ) . Premetto che va sempre fatta una valutazione clinica individuale sul bambino, comunque l'arco plantare interno si definisce bene al compimento dei tre anni ( prima di quell'eta' si parla di piede atteggiato in piattissimo e non di piede piatto ) . Trattandosi nel nostro caso di un bambino di 4 anni , se la volta plantare e' ben definita , occorre escludere attraverso una visita ortopedica , una retrazione del tendine di Achille che costringerebbe il bambino ad una malposizione ( del tipo camminata in punta di piedi ) . Il mio consiglio è' quello di consultare uno specialista del piede del bambino ed eventualmente un fisiatra così da verificare la possibilità di migliorare l'appoggio del piede e la deambulazione attraverso cicli di fisioterapia ( sempre ammesso che ce ne sia la necessità ). Cordialità

Invia una domanda