Il latte preferito dalle mamme

Pietro Buono

Pediatra

Sono un pediatra, attualmente Direttore di Unità Operativa presso l’UOSD di Diabetologia Pediatrica dell’A.O.U Federico II di Napoli. Mi occupo da sempre alla salute dei bambini con entusiasmo e passione. Ho dedicato moltissimo tempo ad essere un aiuto per le mamme, a risolvere i loro dubbi e a dare una mano ai loro bimbi. Sarò lieto di rispondere ad ogni domanda riguardo tuo figlio.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

silvia

Buongiorno, ho un bambino di un anno che negli ultimi due mesi ha perso circa 400 gr ma é cresciuto di 3,5 cm (peso attuale 9,6 kg e lunghezza 76,5). le visite orecedenti aveva sempre un peso superiore alla media. dalla nascita ha sempre avuto una crescita regolare in altezza e una crescita notevole nel peso, tanto che il pediatra mi ha raccomandato di non superare le dosi di cibo da lui indicate, cosa che ho osservato forse fin troppo: mi sono resa conto dopo l‘ultima visita quando ho visto che é calato di peso che davo al bambino poca pasta (non ho aumentato la dose negli ultimi due mesi… il bimbo su muove molto adesso e giustamente aveva bisogno di pià¹),mentre le dosi di frutta verdura e proteine erano ok. da 5 gg ho aumentato pasta e un po‘ il latte della colazione. dall‘inizio dello svezzamento ha sempre avuto tendenza alla stitichezza, "curata" con molta frutta e verdura e saltuariamente fermenti lattici. da un paio di settimane ha saltuariamente episodi di feci molto morbide ma con una max due scariche al giorno, stamani le feci erano deisamente morbide con visibili residui della cena di ieri sera (carote in pezzettini che sembravano non digerite… ) domani mattina farò l‘urinocultura. mi sono un po‘ allarmata e vorrei sapere se con questi sintomi é il caso di effettuare esami per diagnosticare eventuale celiachia. comunque il bambino sta bene, mangia con appetito come sempre ed é attivo e vispo. grazie cordiali saluti silvia

L’ESPERTO RISPONDE…

Se le resta il dubbio, direi di fare gli esami del sangue , così si esclude una patologia.
Proverei a incrementare prima gli alimenti e farei un controllo del peso tra un mese.

Invia una domanda