Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialità e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

laura

Buongiorno, ho una bimba di 22 mesi che da qualche tempo si sveglia durante la notte e piange disperatamente cercando la mano di papà  o mamma. Questi periodi di risvegli notturni si alternano a periodi di tranquillità  quindi non riesco a capire quale possa essere la causa visto che comunque in casa c‘é sempre un‘atmosfera serena e gioiosa. Cosa posso fare per risolvere questa situazione e far passare le notti tranquille a tutta la famiglia? Grazie

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Laura,

è molto frequente che a questa età i piccoli alternino momenti di tranquillità ad altri in cui sono più agitati durante la notte sia a causa di avvenimenti capitati durante il giorno a cui loro danno rilevanza, sia a causa degli incubi notturni. I bambini sono pieni di paure e la notte quando ci si rilassa e la soglia di coscienza è molto bassa e il controllo viene meno, tutto viene “tirato fuori” dalla mente, comprese le paure che diventano giganti.

Lei mi chiede che fare per risolvere questa situazione:

in  questa situazione serve qualcosa che funga durante la notte come oggetto che sostituisca la mano di mamma e papà che protegge e rassicura, e che tutte le paure mandi via!

Provi a fare così: porti la bimba a comprare un bambolotto, un peluche di quello molto morbidi, o un grande orsetto, e gli dica che questo oggetto la aiuterà in quelle notti difficili in cui si agita e piange.

Alternativa: compri lei un peluche e glielo regali dicendo alla bimba che è magico e che si prende tutte le paure. Le dica che quando si sveglia di notte, se lo stringe forte, si calmerà e si riaddormenterà.

Quando la sera mettete a letto la bimba, collocate vicino il peluche e dite che se avrà paura può stringerlo forte e che lui la proteggerà.

QUANDO DICE QUESTO ALLA BIMBA DOVRÀ ESSERE CONVINTA DI QUELLO CHE DICE. Se tutto funzionerà, le prime volte la bimba chiederà il vostro intervento, anche se avrà il suo peluche (o qualsiasi altro oggetto prescelto vicino) e mamma o papà andranno a consolarla, ma le ricorderà che ha il suo oggetto “magico” e glielo sistemerà vicino fino a farla riaddormentare.

Dopo due−tre volte, sarà la piccola a fare il passaggio mamma/papà/rassicurazione/oggetto e ad usare l’oggetto per rasserenarsi e riprendere a dormire.

Fate questi passaggi con calma e non cercate i risultati in pochi giorni. Sono convinta che anche un po’ di sane coccole in questa fase sono importanti, anche se questo significa sacrificare il sonno tutto di un fiato di mamma e papà!

A presto!

Invia una domanda