Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

aina

Buongiorno sono una ragazza di 25 anni, e vorrei porle il mio problema: soffro di secchezza vaginale, durante i rapporti sessuali con il mio partner,e ciò mi sta capitando da circa un anno. La secchezza si presenta esclusivamente durante i rapporti,che sono quindi difficoltosi, mentre non ho nessun fastidio al di fuori di essi. Non credo che la causa sia psicologica,perché nonostante questo problema riesco ancora a sentire piacere, ma é comunque un fattore limitante, soprattutto per il mio partner. Voglio premettere che soffro di iperprolattinemia, che mi causa dei cicli irregolari, che ho cercato di curare con il dostinex a cicli mensili; ho risolto per un pò il problema, ma a sospensione della terapia, il ciclo tornava irregolare. L‘ irregolarità  é molto variabile e dipende dai periodi: alcune volte ho ritardi solo di 1 settimana, a volte anche di 15/20 giorni! Inoltre 4 anni fa mi é stato asportato un fibroadenoma benigno al seno, che però non mi ha recato nessun fastidio o danno. Non ho mai usato nessun anticoncezionale. Aspetto un suo parere..grazie

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima Sig.ra

la secchezza duranti i rapporti potrebbe essere causato dalla fretta nel arrivare ad una penetrazione senza dare il tempo all‘organismo di sviluppare un‘adeguata lubrificazione.
Ci sono vari preparati a base di acqua, acido ialuronico, vitamina A e E che potrebbero aiutarla in tal senso. Si faccia consigliare dallo specialista.
Poi le consiglio di sistemare in maniera definitiva il suo problema con la prolattina cercando di capirne la causa e impostando un‘adeguata terapia prolungata nel tempo, sia per regolarizzare il ciclo, sia per una futura gestazione.

La saluto cordialmente.

Invia una domanda