Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialità e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

luciana

cara dottoressa volevo chiedere la mia bimba di quasi 3 anni é un pò cambiata da quando é arrivato il fratellino di appena 2 mesi, fa pi๠guai, é pi๠dispettosa, non ubbidisce smpre e sono già  un pò di mesi che balbetta, certi giorni no riesce proprio a parlare.grazie luciana

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Luciana, la nascita del fratellino ha un po’ destabilizzato la vita della piccola! I sintomi che la bimba presenta (balbuzie, disobbedienza) sono un modo per attirare la vostra attenzione e col tempo passeranno. Non state ad aspettare però con le braccia conserte che i sintomi se ne vadano, però. In questo periodo dovete raddoppiare i vostri sforzi, e continuare a dare alla bimba tante attenzioni anche se è nato il fratellino. Fatela sentire importante e coinvolgetela nella cura del piccolo. Mostratele come è un piccolino e nel fare questo parlatele di lei di quando era appena nata, come il suo fratellino ora. Sentirà crescere l’attenzione per lei e capirà che non vi siete dimenticati di lei. I bambini sono convinti che l’amore dei genitori sia “ finito”, sia limitato e che perciò quando nasce un fratellino debbano dividere con loro quella torta di amore. Non sanno che invece l’amore dei genitori e comunque l’amore in generale è infinito e può comprendere tanto e tutto. E che per questo l’amore per vostra figlia non diminuisce nonostante sia nato un fratellino. Dimostratele che questa teoria è vera giorno dopo giorno e la bimba tornerà ad essere serena.

In bocca al lupo!

Invia una domanda