Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialità e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

roberta

cara dottoressa vorrei raccontare la mia storia..da quando c‘é la bimba faccio la babysitter e la domestica h24(non la mamma) perché non ho l‘aiuto di nessuno ed economicamete non ci possiamo permettere altro..mi restano le dame di carità  se sono ancora in circolazione!in quel caso potrei indossare il burka ed uscire, finalmente spensierata.con i soldi del salvadanaio scassinato a mia figlia potrei fare shopping:ma a me piacciono solo i vestitini tg 42 ke indossavo fino ad un anno fa.allora mi posso consolare con un megagelato..cosଠpasso alla tg 50.va beh, vado al parco cosଠmi sento a "casa" fra pupi, schiamazzi, mozzarelle taglia forte..certo perché quella magra curata col carrozzino non é la mamma..sarà  la babysitter!!!!ma quando finirà ? se finirà ..forse é meglio che sto a casa e scrivo una mail

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Roberta, ho letto più volte la sua mail e sembra che l’emozione che può corrispondere alle parole e al “tono” della sua mail è tristezza e senso di solitudine.

Quella che lei descrive nella mail è la fatica e il senso di sopraffazione che colpisce tantissime mamme alle prese con la nascita del loro bambino e con il suo accudimento.

L’importanza di aver scritto questa mail, Roberta, è che ha dato voce ai pensieri di tantissime altre mamme che si trovano a confrontarsi giornalmente con problematiche come le sue. La nascita e l’accudimento della sua bimba hanno comportato un profondo cambiamento nei suoi ritmi di vita: si trova a confrontarsi con le difficoltà economiche e con un nuovo corpo che non riconosce come suo.

Appare lampante nella sua mail la solitudine con cui si trova ad affrontare la fatica di accudire un figlio, i conflitti interiori, le paure di sbagliare e di sentirsi non adeguata al ruolo di mamma, l’indecisione su cosa fare con un bimbo. Sembra che il macigno di tutto questo sia affidato solo ed esclusivamente a lei. Il papà lavora (ma proprio sempre?) e non ci sono altre persone vicino a lei che possano sostenerla (eccetto forse le dame di carità, che lei scherzosamente cita) ?

Cara Roberta, il momento che lei sta vivendo è delicato e non c’è niente di male nell’avere un aiuto, un appoggio, potersi sfogare con qualcuno e farsi aiutare. Non è necessaria una babysitter, in molte città esistono dei gruppi di mutuo aiuto e tra le mamme con stesse difficoltà spesso si crea una efficacissima rete di sostegno.

 Rispetto al suo compagno, anche lui può rappresentare un sostegno, sia morale, in quanto può essere una delle persone con le quali può parlare delle sue ansie, paure, problemi, ma può anche essere un supporto concreto nell’aiutarla in qualche compito. Inoltre ci sono genitori, suoceri, sorelle, cognate, cugine…

 In questo modo si sarà attivata per costruire una rete sociale intorno a sè che le garantisce aiuto, sostegno e appoggio, a costo economico praticamente pari a zero.

 Se avrà un po’ di aiuto può recuperare energie, dedicare un po’ di tempo a se stessa e  migliorare l’umore.

In questo modo potrà lavorare anche sul suo peso: chi le ha detto che non può più ritornare in forma? Qualche passeggiata e eliminare zuccheri in eccesso la porteranno a perdere velocemente peso. Gli alimenti che la aiuteranno a perdere peso e a migliorare il suo umore sono: l’acido folico, contenuto ad esempio nelle  verdure a foglia verde, la vitamina C, il complesso vitaminico B in particolare B6 e B12, il selenio (contenuto ad esempio nel pesce e nei cereali), il triptofano (nella carne bianca o nei legumi secchi), zinco, magnesio ed altri sali minerali. Ancora l’aglio, la liquirizia, il miele, lo zenzero, il basilico, la camomilla, il pompelmo, il limone, l’arancio, l’incenso e la lavanda.

 Mi scriva ancora se ha domande rispetto alla risposta o se ne sente il bisogno. Intanto auguri di cuore!

 

Invia una domanda