Il latte preferito dalle mamme

Anna D'Addio

Ostetrica

Sono un’ostetrica, laureata nel 2004 alla scuola di Ostetricia di Caserta con tesi sulla distocia di spalla. Ho partecipato al corso di acquaticità in gravidanza e insegno ginnastica e rilassamento in acqua. Ho lavorato in sala parto presso varie struttura sanitarie a Napoli e Caserta. Sono lieta di rispondere a domande legate al parto, al delicato periodo del dopo-parto e all’allattamento.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

francesca

Cara Dr.ssa Patrizia, aveva ragione… attaccando per piu‘ tempo il mio bambino al seno il latte e‘ nuovamente aumentato. Ora pero‘ c‘e‘ un‘altra piccola difficolta‘ . Infatti, se durante il giorno il bimbo e‘ sereno e tranquillo e dorme per molte ore, di notte si sveglia piu‘ spesso di prima. Non penso che sia sempre fame in quanto allattandolo lui sta per pochi secondi attaccato al seno. Si riaddormenta, ma dopo due ore piange di nuovo. Non so come calmarlo… Sono molto stanca e la ripresa del lavoro non mi aiuta. Grazie e a presto. Ah, dimenticavo. Ora Leonardo ha quasi 5 mesi e pesa Kg 5,820.

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara FRANCESCA, la ripresa del lavoro crea quasi sempre difficoltà di organizzazione e di stanchezza. Può essere effettivamente che alla sera diminuisca un pò il latte, per cui controlli l‘aumento di peso almeno ogni 15 giorni.
Può anche essere che Leonardo abbia bisogno di sentire che la sua amma è "lì con lui e per lui", anche se va al lavoro. Ecco allora che il seno nutre d‘amore di mamma, consola, coccola!
Non credo che ci sia un problema reale, direi che è bisogno di rassicurazione da parte del suo bambino.

Invia una domanda