Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialità e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

roberta

gentile dott.ssa le chiedo un consiglio;la mia piccola ha 18 mesi. fino ad adesso ha dormito nel suo lettino in camera con noi, facendo dei lavori in casa siamo riusciti a farle la sua cameretta. come posso fare ad abituarla al cambiamento? premetto che lei si addormenta nel lettone e poi la metto nel suo lettino( questo da un paio di mesi, prima riuscivo nel suo lettino) anche se poi dorme fino al mattino salvo eccezioni… e che la sera quando é stanca da sola va direttamente in camera nostra e sale sul letto. grazie e scusi la lunghezza della mail

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Roberta, credo che questa situazione sia solo un fatto di strategie. Come lei scrive: la bimba fino ad ora ha dormito in camera con voi ma nel suo lettino. Ora che il suo lettino è in un’altra stanza, sembra che sia “richiamata” dal lettone di mamma e papà e si dimentichi che ha una cameretta e soprattutto un lettino tutto suo.

L’aspetto più complicato è che la piccola ha iniziato a dormire nella stanza di mamma e papà, mentre sarebbe auspicabile cominciare a dormire da subito nella sua cameretta. Nel vostro caso non è stato possibile ed è molto importante che abbiate creato uno spazio per le nanne della vostra piccola, appena ne avete avuto possibilità. Questo dimostra la consapevolezza di molti genitori di aver compreso l’importanza che i bimbi anche molto piccoli abbiano un proprio spazio per dormire.

1) È importante Roberta, che cominciate a fare vivere questa piccolina nella sua stanza quanto più possibile, farla giocare per un po’ di tempo tutti i giorni nella sua cameretta, la bimba deve avere una tale confidenza con l’ambiente da farglielo considerare proprio il suo, quello giusto in cui stare e in cui eventualmente decidere di passare la notte. Ma per questo, prendetevi voi del tempo e datelo anche alla piccola.

2) Ancora, rendere la stanza bella agli occhi della bimba, colorata. Lasciate che dentro la stanza vi siano le sue cose: giochi, libretti morbidi, pupazzi, non ingombratela con oggetti vostri.

3) Ultima cosa: mettete nella stanza qualche lucetta (di quelle che stanno accese senza dar fastidio tutta la notte) o qualche stella di quelle che si illuminano e che si appiccicano nei muri, nel soffitto e che catturano gli occhi della piccola prima di addormentarsi o se si sveglia la notte.

Quando la bimba si approprierà del suo spazio e lo riconoscerà come tale, non farà alcun capriccio se la porterete nella sua cameretta, anche se lei si dirigerà verso il vostro lettone.

Vedetelo non come un problema, ma affrontate la cosa con la difficoltà di chi deve essere aiutato a cambiare un’abitudine!

Invia una domanda