Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

asia

gentile dottore una domanda;da circa 4 anni soffro di crisi vagali a cui non hanno mai dato una spiegazione,comunque sono abbastanza dure anche se durano poco e per fortuna non è che mi vengono tutti i giorni….secondariamente da sempre a mio ricordo da quando avevo 20anni,soffro di tachicardia sinusale con media tra 90 e 100 e alcune volte con episodi a 150 che a volte si a volte no sono sintomatici…..ora sono alla seconda gravidanza,non sarebbe meglio data la mia anamnesi fare un taglio cesareo?inoltre aggiungo che ho un prolasso mitralico senza insufficienza e soffro da anni di anemia sideropenica probabilmente per i flussi abbondanti….mi dia un consiglio spassionato come se fossi sua figlia….la prego col cuore

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima lei non deve sottoporsi ad un cesareo e non ci sono controindicazioni ad un parto spontaneo. Ma è ovvio che se un parto spontaneo la spaventa tanto può sempre optare per un intervento di taglio cesareo. Io credo che il ricordo del primo parto la sta facendo andare in ansia ma la rassicuro dicendole che il secondo travaglio è molto più leggero e tranquillo. Per ogni chiarimento sono a sua disposizione . La saluto cordialmente

Invia una domanda