Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

marianna

Gentile dottoressa, ho 25 anni e da 5 mi é stata diagnosticata una sgradevole vestibolite. Il mio ginecologo, oltre al pap test e a un‘altra analisi della mucosa che non saprei spiegarle con esattezza, mi fece, anni fa, analizzare la mucosa vaginale al microscopio da una citologa e mi disse, dunque, che non si riscontrava nessuna anomalia nei tessuti e che il mio problema, i miei dolori nei rapporti e durante le visite erano di natura psicologica, probabilmente causati da un truma rimosso. Dopo anni, pap test regolari e qualche tampone sporadico da cui risultava solo, talvolta, la candida, scopriamo che mia sorella (alla quale in una occasione credevo di aver passato la candida) ha le tube ostruite e la malattia infiammatoria pelvica, tanto da rendersi necessaria l‘asportazione delle tube. Premetto che mia sorella ha 37 anni. Dopo poco vengo ricoverata d‘urgenza per un corpo luteo emorragico, che si risolve in breve da solo e stando agli esami ecografici successivi il versamento e il corpo luteo sono spariti. Tuttavia il mio medico mi prescrive la Diane per tre mesi, che ancora non inizio a prendere. In questi anni i miei dolori non sono mai finiti, attribuiti forse a un mio trauma o a una infiammazione dell‘utero nel luogo dove si trova una piaghetta. Nel terrore di essere stata la causa della infezione di mia sorella, clamidia, gonorrea o micolpasma, ho letto di tutto sulla malattia pelvica e spiegherebbe tutti i miei disturbi, inclusi dolori bilaterali nella zona pelvica, addirittura forse una ovarite nonché il corpo luteo che da quanto ne so può essere facilmente confuso con una cisti endometriale, connessa alla malattia pelvica. E‘ possibile che non sia mai venuta fuori una clamidia o altro dagli esami? Lei crede che l‘esame dei tessuti anche a freddo col microscopio si possa sostituire a un esame colturale se parliamo di un batterio come la clamidia? E‘ possibile averla trasmessa a mia sorella con un asciugamano comune? Mi chiedo se il mio medico non abbia sbagliato diagnosi e se non mi abbia prescritto tutte le analisi del caso, anche sapendo dei miei rapporti sessuali tanvolta sporadici e con partner diversi, a differenza di quelli di mia sorella, monogama da una vita. Nel dubbio ho fatto un tampone per clamidia e gonorrea, sono sufficienti? Aspetto i risultati ma vorrei sapere se il mio assurdo quadro clinico e il mio disagio nella zona vaginale potrebbero trovare una spiegazione della malattia infiammatoria pelvica. Mi perdoni per la lunghezza e la ringrazio per l‘attenzione.

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima Sig.ra

La clamidia è un’infezione batterica causata da un microorganismo, Chlamydia trachomatis, trasmesso sia attraverso rapporti sessuali vaginali, anali o orali che per via materno−fetale.

Negli adulti, la clamidia comporta generalmente manifestazioni sintomatiche piuttosto leggere, limitate perlopiù a qualche perdita vaginale anomala o ad una sensazione di fastidio  prurito ai genitali. Spesso il decorso è addirittura asintomatico, tanto da passare inosservato alla persona che ne è stata colpita. Questa sua caratteristica ha portato ad identificare la clamidia come una "infezione a trasmissione sessuale silenziosa".

Purtroppo la clamidia non può essere individuata con il solo esame a fresco del muco vaginale ma necessita di una coltura specifica e la raccolta deve avvenire nel canale cervicale tramite visita ginecologica.

Aspetti gli eseite degli esami e poi mi faccia sapere.

 

Invia una domanda