Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

benedetta

Gentilissimo Dottore,
ho 33 anni e due mesi fa ho avuto un aborto spontaneo alla quinta settimana, risolto senza raschiamento. Ho fatto poi numerose analisi per eventuali problemi di coagulazione, tipo leiden, lac ecc. che per fortuna non hanno evidenziano nessun problema. In via preventiva la mia ginecologa mi ha prescritto cardioaspirina che prendo a gg alterni. Ora dopo un solo ciclo dall’aborto sono di nuovo incinta. L’ovulazione e’ avvenuta il 26-08 e il test claerblue dice “incinta 2-3”. Sono un po’ preoccupata perche’ non ho nessun sintomo, tipo dolore al seno, nausea ecc., se non dolori al basso ventre tipo mestruali. La ginecologa mi disse che all’occorrenza avrei potuto prendere buscopan. Ora le chiedo e’ meglio resistere ai “doloretti” oppure prendere il buscopan? L’aborto precedente era stato segnato da continui dolori di questo tipo…La dottoressa è fuori sede e non so a chi rivolgermi.
Grazie infinite
Benedetta

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima se il dolore le sembra insistere allora conviene prendere l'antispastico altrimenti può procastinare. Non stia preoccupata, il fatto che abbia abortito la prima volta non indica che è una gravidanza a rischio. La saluto cordialmente

Invia una domanda