Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

Concetta Caruso

Buonasera, a maggio dello scorso anno mi hanno asportato 3 miomi sottosierosi (con laparoscopia) e 1 polipo. Sono incinta alla 36a settimana
Nello specifico riporto la descrizione dell’intervento:
I tempo isteroscopia: Resezione di polipo endometriale
II tempo laparoscopica: introdotta l’ottica si vede l’utero deformato da tre miomi sottosierosi (uno anteriore peduncolato di 3 cm, e due posteriori sottosierosi di 2 e 5 cm). Si esegue miomectomia multipla, si sutura la breccia uterina del mioma maggiore con punti staccati e introflettenti. Si morcellano tutti e tre i miomi e si inviano i tessuti per esame istologico.
Secondo voi visto che è passato solo un anno dall’intervento è fattibile un parto naturale? Lunedì vedrò il ginecologo che mi ha richiesto la cartella clinica. Grazie

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima

purtroppo il parto spontaneo presenta più rischi rispetto al parto cesareo programmato in quanto l’utero presenta comunque una cicatrice di 5 cm. Ovviamente nella scelta della tipologia di parto devono essere tenuti da conto moltissimi fattori che il suo ginecologo sicuramente valuterà.

La saluto cordialmente

Invia una domanda