Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

chiara

Salve Dott.re,
vorrei farle una domanda per togliermi un dubbio. Sono una ragazza di 29 anni e cerchiamo un bimbo da un anno e mezzo, a marzo ho avuto un aborto all’8 settimana ed ora stiamo ancora cercando.
Questo mese ho ovulato il 30/10 (stick ovulazione) e dal 04/11 ho iniziato ad avvertire dolori al seno forti e in questi ultimi gg insonnia, stessi sintomi che ho avuto nel mia prima gravidanza.
Da circa due gg è come se questi dolori siano spariti. Forse farò una domanda un po sciocca,e chiedo scusa, ma inizio a pensarle tutte. Oggi ho fatto un test ed il risultato è negativo.
Ma è possibile che sia rimasta incita e lo abbia già perso in cosi poco tempo, cioè è una cosa possibile?
Come si fà a capire se si perde nuovamente un bimbo, cioè si potrebbe presentare con la presenza di un ciclo abbondante?
Le chiedo questo perché mi sorgono dei dubbi se sto sottovalutando qualcosa.
La ringrazio per il tempo dedicatomi.

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima per prima cosa affronti la sua situazione con molta calma. Lei non sta sottovalutando nulla, per avere un aborto deve prima avere un test di gravidanza positivo cioè deve stare almeno a 5 settimane di gestazione. Io nel suo caso visto che sono passati sei mesi dall'aborto, mi farei seguire un po più da vicino dal suo ginecologo in modo da fare un monitoraggio follicolare, capire la qualità della sua ovulazione e soprattutto dare una piccola terapia di supporto per agevolare la gravidanza in modo che lei può stare piu serena e affrontare meglio il suo futuro. La saluto cordialmente

Invia una domanda