Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

tania

Salve Dottoressa, mi chiamo Tania e sto da mesi cercando un bimbo. Premetto che da quando avevo 19 anni sino al gennaio 2009 prendevo la pillola. A gennaio 2009 io e il mio compagno abbiamo iniziato ad avere rapporti non completamente protetti (coito interrotto). A dicembre 2009 ci siamo sposati e da allora ci siamo messi seriamente a cercare un bimbo… che però non arriva. Prima di prendere la pillola, e dopo aver ricominciato a non prenderla, non ho mai avuto il ciclo regolare… influisce molto lo stress e il cambiamento di temperatura.. quindi un ritardo di 7 giorni (ne ho avuti anche di pi๠lunghi) non mi illude (almeno non illude la parte razionale di me!). L‘ultimo ciclo l‘ho avuto il 22 marzo. Fino a ieri (29 aprile) avevo la sensazione di essere incinta… per oltre una settimana accusavo fastidi all‘addome, simili ai doloretti mestruali, ma nelle mie urine non vi era traccia di sangue, anzi, muco giallastro a volte e biancastro altre. Ieri sera però, dopo aver avuto un rapporto con mio marito, andando in bagno per fare pipଠmi accorgo che la carta igienica é rosata (inutile dirLe che sono scoppiata a piangere). Verso le 4 di notte accuso dolori (sopportabili… erano pi๠fastidi) all‘addome che proseguono per tutta la mattinata. Verso le 14.00, mentre ero in bagno noto che sull‘assorbente oltre al sangue (credo mi sia arrivato il ciclo) vi é una specie di grumo impregnato di sangue che però al tatto non si "spalma"… é come una membrana… lunga qualche centimetro… con un pezzetto di carta igienica l‘ho toccata e non si rompeva… Ora mi chiedo.. é solo un grumo di sangue dovuto al mestruo o… ho avuto un aborto spontaneo? Grazie per la risposta Tania

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima Sig.ra

anche quando si ha un ciclo con ritardo senza gravidanza ci può essere un ciclo con coaguli e non per quersto bisogna pensare ad un aborto.

Cerchi di tenere sotto controllo la sua ansia, provi a fare un monitoraggio follicolare per capire il giorno della sua ovulazione (potrebbe anche utilizzare gli stick che trova tranquillamente in farmacia) e se ci fosse qualcosa che non va una piccola terapia potrebbe giovarla.

Però tenga presente che in una coppia fertile ci vogliono circa 6 mesi di tentativi per arrivare ad un concepimento.

In bocca al lupo e la saluto cordialmente.

Invia una domanda