Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

valentina Fappani

salve, ho 34 anni e sono alla mia seconda gravidanza.Quest’estate ho avuto 2 biochimiche ed ho fatto x 2 mesi cura di progefix. Finalmente a settembre sono rimasta incinta ed ora sono alla 14 settimana.La gravidanza è iniziata con 3 camere gestazionali ma solo una aveva l’embrione.Ora le 2 camere vuote ci sono ancora ma si stanno man mano assorbendo.Ho fatto translucenza eco tutto ok tn a 2.2mm osso nasale presente insomma tutto nella norma mi hanno detto.Mentre risultato bitest positivo 1:75 sindrome down a termine…un disastro! sono in crisi totale.Il mio ginecologo dice di stare tranquilla e di fare l’amnicentesi per stare più tranquilla…ho sentito un sacco di falsi positivi con questo bitest esperienze negative insomma.Non so più cosa pensare…anche perchè l’amniocentesi la posso fare solo fra due settimane essendo nella 14.Sono un fascio unico di nervi e so che questo non fa sicuramente bene al bambino ma è più forte di me.Intendo sottolineare che nè io nè mio marito abbiamo casi in famiglia.Vorrei un vostro parere..grazie 1000

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima purtroppo il bitest è solo un test di screening e non individua i feti affetti da trisomia 21. In questo caso la decisione viene affidata alla coppia. Se volete avere la sicurezza che il bambino sia sano lei deve fare l'amniocentesi a prescindere dai risultati dei test che fino adesso lei ha fatto. Quindi faccia una chiacchierata serena con il suo ginecologo e le esponga tutti i suoi dubbi e insieme cercare una soluzione serena. La saluto cordialmente

Invia una domanda