Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

francesca

Salve, ho partorito 5 mesi fa il mio secondo figlio con parto cesareo; sembrava essere andato tutto per il meglio quando a distanza di 24 ore ho accusato forti disturbi tanto che dopo 3 giorni sono stata operata all‘addome (un taglio in verticale oltre quello del cesareo) per ileo paralitico. Nel referto del liquido esaminato asportato dall‘addome c‘era scritto: frammenti di tessuto necrotico leucocitario. Mi può spiegare cosa mi é successo? E perché? So solamente che ho rischiato la vita.Sono viva per miracolo. Grazie.

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima Sig.ra

purtroppo non posso risponderle in quanto non conosco tutta la storia del suo intervento. Posso solo immaginare che ci sono state delle aderenze che hanno strozzato l‘ileo creando una necrosi ovvero una morte cellulare, ma questo può essere solo un‘ipotesi. Tenga presente che l‘ileo paralitico come le infezioni e le emorragie sono complicanze dopo un‘intervento di taglio cesareo.

Il ginecologo che l‘ha operata potrà sicuramente essere più completo nella spiegazione perchè ha verificato lo stato dell‘addome durante l‘intervento di taglio cesareo.

Mi dispiace di non poterle essere più utile.

Invia una domanda