Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialità e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

monica

Sono andata in terapia ma non riesco a perdonarmi di aver subito il bullismo a scuola
Di non aver mai risposto x vergogna perche avevo paura di essere volgare e mia madre se l’avesse saputo si sarebbe arrabbiata o criticata avrei perso l’anno
Per paura non so bene spiegare sono andata con alcuni delle medie al liceo Cossi
Poi pure i prof mi hanno messo da sola nel banco poi chiedi l’anno dopo di avere un compagno però…
Poi sono ancora una fallita
Ho solo mia madre forse me la sono presa troppo con lei e mi sento in colpa

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Monica, intanto buongiorno. Se ha subito bullismo, non è lei che deve perdonarsi, perché non ha fatto niente di sbagliato. Non è colpa sua se è stata oggetto di bullismo, né ha sbagliato a non reagire e a non essere volgare. Lei ha agito correttamente ad essere educata e a non rispondere alla violenza con la violenza. Sono stati piuttosto i ragazzi violenti con lei, che devono vergognarsi e che se lei col tempo riuscirà, dovrà perdonare loro e quello che le hanno fatto. Non so perché i prof la hanno messa da sola nel banco…forse per proteggerla da atti di bullismo? Non so quanti colloqui di terapia ha svolto. Nel suo caso, le consiglio di svolgere colloqui a cadenza settimanale di 1 ora per almeno 3 anni. Le consiglio di fare un lavoro di psicoterapia con EMDR che è una modalità di lavoro riconosciuta dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) come terapia elettiva per il trattamento dei ricordi traumatici, più o meno disturbanti. (la lista dei terapeuti abilitati EMDR lo trova su internet, suddivisi per Regione. Cerchi un terapeuta EMDR che sia anche “practitioner”, cioè abilitato per la pratica in questione). Non dica che è una fallita, nessuno è fallito. Ha tutta la vita davanti per rialzarsi e per camminare, anche se può sbagliare sempre. Ma funziona così per tutti. E poi le ripeto: non è fallita o sbagliata lei, ma chi nel suo passato e presente, la ha fatta sentire e la fa sentire in questo modo. Inoltre, faccia un lavoro di terapia per separarsi psicologicamente da mamma, che può aver sbagliato per ignoranza o per incapacità, ma oggi la vita è sua e solo sua. Un augurio di cuore!

Invia una domanda