Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

simona

Sono una donna di 39 anni mi chiamo Simona .
nel 2013 ho avuto una gravidanza fermatasi alla 6 settimana di gravidanza per mancanza di battito.
Questo agosto ho eseguito ecografia trasvaginale e pap test e successivamente sono stati prescritti Chirofert bustine a me e Andrositolo bustine al mio compagno + folina.
In ecografia mi avevano detto che tutto era ok e che l’ovulazione si era chiusa , ma che non era detto che non avessimo concepito.
Arriviamo al 31/08/2015 aspettavo il ciclo che non e’ arrivato. I primi di settembre faccio il test e scopro di essere incinta nuovamente .
Non le dico la gioia e la felicita ‘ che ha invaso la nostra coppia .
Quindi decidiamo di farci seguire in ambulatorio dell’ S.S. N. da una ginecologa.
Dopo aver visto tutta la documentazione mi prescrive cardioaspirina ( x fluidificare il sangue ) e ovuli di PROGEFIK 2OO per rinforzare all’ interno dell’ utero +fertifol 400.
Le dico inoltre che avevo fatto PAP TEST sempre in agosto (tutto Ok).
Porto avanti la gravidanza fino alla 9 settimana +4 g poi eseguo la prima ecografia trimestrale : trovano 2 camere gestazionali una collassata con embrione fermatosi alla 6 settimana e la seconda senza embrione.
Mi sottopongo a raschiamento fra tanto dolore e lacrime , questa volta ci credevo veramente anche se avevo il terrore della prima ecografia.
in ospedale mi hanno fatto fare parte degli esami sulla poliabortivita’ ( negativi nulla da segnalare tutto ok) .
il mio compagno porta dei suoi esami del 2011 che segnalano varicocele di secondo livello sx e spermiogramma .
ora hanno inviato tutto cio’ prelevato in raschiamento a Pavia per esame genetico e un’ altra parte per esame istologico. Avro’ esito tra 20 gg.
ESAMI DEL SANGUE PERFETTI HIV : OK CITOMEGALOVIRUS : OK TIROIDE : OK
La ginecologa che mi ha operato mi ha detto solo che ho l’utero piccolo.
Ora mi consigliano di aspettare il primo ciclo tra 40 gg e riprovare subito se x caso iniziasse un’altra gravidanza proverebbero a darmi altre medicine anti- abortive( punture di eparina sulla pancia ecc…) . Non so piu’ cosa fare e a chi credere ….Altri mi vogliono inviare al centro per poliabortivita’. Poi penso che pero’ abbiamo concepito due volte e non riesco a capire perchè si sono fermate tutte e due alla 6 settimana. Cosa succede ?
Potremo provare la gioia di diventare genitori anche noi ! Scusi lo sfogo.Ci potrebbe dire un suo parere in merito. Come dobbiamo procedere? Per noi il suo parere e’ importante . Vorrei evitare il terzo aborto. Io non voglio mollare di credere che un giorno avremo anche noi il nostro bambino.

Alcuni ci consigliano di intraprendere la strada di una nuova gravidanza con farmaci antiaboritivi altri ci consiglaino di andare al centro per procreazione assistita.

grazie infinite

Simona

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima per prima cosa mi associo al vostro dolore che capisco fino in fondo perchè un aborto è comunque un lutto che deve essere metabolizzato e ognuno reagisce in maniera diversa. Lei mi sembra che abbia fatto tutto correttamente, e i colleghi l'hanno seguita con precisione. Purtroppo dopo i 35 anni la frequenza di aborto aumenta probabilmente perchè gli ovuli hanno subito un danno da radicali liberi. Per prima cosa bisogna aspettare l'esito dell'esame genetico per decidere sulla nuovo approccio terapeutico. In una futura gravidanza io utilizzerei l'eparina a basso dosaggio e semmai un po di cortisone (nell'ipotesi che ci possa essere stato un aborto immunologico). Cominci subito ad utilizzare l'acido folico e in questo stato di ansia si aiuta con il magnesio ad alto dosaggio che può aiutarla a superare questo momento. La saluto cordialmente

Invia una domanda