Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

Claudia Marcolini

Buongiorno dottore, sono alla 21 esima settimana di gravidanza e dall’inizio so di essere positiva all’ureplasma urealyticum con carica 100000. Tra il quarto e il quinto mese ho effettuato una cura antibiotica per 14 giorni di Klacid (500 2v al di). Al tampone successivo non solo la carica non era scesa ma si è positivizzato anche il Mycoplasma hominis (100000). In più l’antibiogramma è diventato resistente a tutti gli antibiotici tranne tetracicline che sono sconsigliate in gravidanza. Il mio ginecologo ha detto che non devo fare più niente ma posso stare tranquilla? Ho letto cose terribili riguardo a questo batterio in gravidanza ma io ormai ci convivo in maniera asintomatica da 4 anni e nessun antibiotico ha mai fatto effetto. Cosa dovrei fare secondo lei? Grazie

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima

può stare tranquilla segua i consigli del suo ginecologo, Io ripeterei il tampone vaginale fra un mese.

La saluto cordialmente

Invia una domanda