Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

carmela

Volevo porre il seguente quesito. A due mesi e mezzo dal parto ho fatto delle analisi di controllo, tutti i valori sono nella norma ma il mio colesterolo totale é 246, HDL 74 e trigliceridi 108:devo preoccuparmi? HO comunque ho sempre avuto un colesterolo al limite. Anche se allatto devo fare una dieta particolare?

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima Sig.ra

Succede molto spesso che a poca distanza dal parto il colesterolo sia ancora un po alto: mettiamo le basi di una dieta anti colesterolo. Fermo restando tutte le indicazioni per una sana alimentazione (varietà degli alimenti, distribuzione nell‘arco della giornata, abbondante consumo di vegetali e così via) e la raccomandazione di fare un po‘ di movimento, è fondamentale consumare spesso il pesce almeno due o tre volte a settimana, dando la preferenza al pesce azzurro (acciughe o alici, aguglia, aringhe, sarde, sgombro) i legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie... ), almeno due volte a settimana da consumarsi al posto del secondo. Un piattino di fagioli quindi è una pietanza vera e propria che sostituisce la fetta di carne, di formaggio o di altro secondo e va consumato insieme ad una porzione di pane o pasta e ad una porzione di verdura.

A disposizione per ogni chiarimento

Invia una domanda