Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facoltà di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attività di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sarò lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilità, infertilità e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

Gaia

  • informazioni

Salve. Le mie ultime mestruazioni sono iniziate il 18 dicembre, il 30 dicembre ho fatto petting con il mio ragazzo. Lui ha solamente appoggiato e strofinato il suo … sulla vulva.
Ho paura che possa esserci stato del liquido preseminale. Le mestruazioni mi sono arrivate con un giorno di anticipo, ma molto strane (per strane intendo liquide e chiare). A distanza di 23 giorni dal rapporto ho effettuato il test (intorno alle 12), che è risultato negativo. Ho troppa paura e ho dolori alla pancia….

Francesca

  • fertilità

Buonasera, ho 32 anni e ho iniziato a cercare un bimbo da 2 mesi. Dato che i miei cicli da almeno un anno ogni tanto sono più corti del normale ( 24 gg), ho voluto fare di testa mia i dosaggi ormonali in 21° gg di prolattina progesterone risultati rispettivamente 13.4 e 11, entrambi nei range di laboratorio.
Poi ho aspettato nuovo ciclo e al 3° gg ho dosato fsh risultato 11, con valore max di laboratorio 10.2. Amh 1.33, lh 4.9, beta estradiolo 41. Valori tiroidei tutti nei range compresi gli anticorpi.
Ho portato i valori alla mia ginecologa che ha integrato la consulenza con etv al 9pm. E mi ha detto che é tutto ok e che posso concepire naturalmente visto che lo spermiogramma di mio marito é anche ok.
Al 11° pm ho fatto altra etv per monitoraggio e c era un follicolo dominante rispetto agli altri 4 individuati, di 16mm con endometrio di misura compatibile con periodo del ciclo. Mi ha detto di avere rapporti al 14 e 15 pm e al 16 di nuovo etv.
Volevo chiederle conferma della normalità dei valori ormonali, anche se fsh é leggermente fuori range e volevo sapere come mai se ovulo presumibilmente al 14pm i cicli mi vengono di 24/25 gg? Il progesterone é buono quindi non dovrebbe essere un insufficienza luteale per mancanza progesterone. Anche secondo lei é tutto ok?
Grazie di cuore

Enza

  • gravidanza

Buonasera, sono a 6+5 e gia’ da qualche giorno mi hanno riferito che ho una camera dismorfica…anche se le beta crescono…volevo chiedere se avere una camera dismorfica sia indice di avere un feto malato o comunque non sano ( forse ci sono anomalie genetiche) e se possa essere in pericolo di aborto spontaneo, anche dopo la 13 settimana…
Grazie mille

Cosima

  • la pillola del giorno dopo

Salve,
il mio ciclo è di solito di 28 giorni e delle volte anticipa di qualche giorno.
L’ultime mestruazioni le ho avute il 28 dicembre e il 14 gennaio durante un rapporto si è rotto il profilattico e il mio ragazzo ha eiaculato dentro di me. 40 minuti dopo sono andata in farmacia e mi hanno venduto Norlevo. Non riesco a comprendere quando sono in ovulazione. Non ho avuto muchi e non mi sentivo particolarmente eccitata. Non ho nessun sintomo. Però ho paura.

Aria

  • la pillola del giorno dopo

Salve, una settimana fa ho assunto il contraccettivo d’emergenza norlevo, per avere una maggiore sicurezza dopo un rapporto.
Al primo giorno fino al settimo (oggi) dall’assunzione ho provato dolori al basso addome associato a gonfiore e durezza addominale ed ad una sorta di bruciore sempre a livello intestinale. Infine al settimo giorno si sono presentate delle perdite ematiche di colore marrone-rosso.
Possono essere sintomi causati dalla pillola? È possibile che si presentino dopo il lasso di tempo di una settimana? Cosa succederà adesso al ciclo mestruale?
Grazie, cordiali saluti

AGATA

  • latte artificiale

Buongiorno, ho bisogno di un’informazione, è vero che il neolatte non è nutriente come mellin, plasmon, nidina, HUMANA… Ecc..perchè mio figlio ha 3 sett e con il mio latte non sta crescendo, la pediatra mi ha detto di dare l aggiunta, e non mi ha detto nessuna marca,il giorno dopo la chiamai per chiederle del neolatte e lei mi ha detto che non è come l HUMANA, nidina, plasmon, ecc… Voi cosa dite?

Mariangela

  • latte artificiale

Salve, il mio bambino ha compiuto oggi 2 mesi. Quali sono le dosi di neolatte che deve assumere? Il fatto che il neolatte non contenga il dha implica qualcosa? Grazie

Giuseppe

  • stitichezza

Buongiorno dottoressa.
Il mio piccolo Flavio ha 2 mesi e 4giorni , il primo latte che abbiamo provate stat Humana 1 ma e risultato molto pesante e la pediatra mi ha consigliato Humana dg1 ma ero costretto a mettere il destrolac altrimenti il bimbo non faceva pupu . Ho deciso di cambiare e sono passato a neolatte 1 bio, adesso il piccolo fa pupu 1 volta ogni 26/28 ore e ogni tanto lo vedo sforzarsi tipo da fare pupu e diventare tutto rosso . E normale fare pupu ogni 28/36 ore? Grazie

Maria

  • informazioni

Salve Dottore, sono una donna di 40 anni e l’11 novembre di quest’anno ho avuto un raschiamento per aborto interno alla 7 settimana. Era la mia seconda gravidanza (la prima andata a buon fine).Le beta il 4 dicembre erano scese a 28.5…ho effettuato una visita ginecologica in cui la dottoressa mi ha confermato che l’utero era completamente pulito e che stavo per ovulare, così mi ha consigliato di avere rapporti non protetti per ricercare un’altra gravidanza. Così il 7 dicembre ho avuto un rapporto non protetto. Oggi sono 40 giorni e del ciclo neanche l’ombra. Inoltre stesso oggi sono andata a fare un dosaggio beta e sono risultate di 8,5. Le chiedo: può trattarsi dell’inizio di una nuova gravidanza o di residui della precedente?

Giovanna

  • gravidanza

Buongiorno, la ringrazio per la risposta e ne approfitto per chiederle un ulteriore chiarimento, dato che in quest’ultimo periodo di gravidanza gli “incidenti” sembrano moltiplicarsi:
In un bar mi è stato servito un pezzo di pizza tagliata su un piano “sporco” di briciole e brandelli di salume, con un coltello “sporco” allo stesso modo.
Mi è venuto il dubbio che sia avvenuta in questo modo una contaminazione incrociata.
Mancando poco più di 3 settimane alla data del parto, ho terminato i cicli di analisi e ho molto timore avendo letto che la toxoplasmosi contratta a fine gravidanza si trasmette quasi sicuramente al bambino, non dà segni visibili alla nascita ma ha sequele pesanti a lungo termine. Vorrei quindi chiederle:
È opportuno che io mi faccia prescrivere un ulteriore toxotest in considerazione di questo episodio?
Dopo quanto tempo si potrebbe vedere un eventuale contagio?
Se dovessi partorire prima della finestra di positivizzazione sarebbe comunque opportuno effettuare un controllo dopo il parto?
La ringrazio