Il latte preferito dalle mamme

Anna D'Addio

Ostetrica

Sono un’ostetrica, laureata nel 2004 alla scuola di Ostetricia di Caserta con tesi sulla distocia di spalla. Ho partecipato al corso di acquaticità in gravidanza e insegno ginnastica e rilassamento in acqua. Ho lavorato in sala parto presso varie struttura sanitarie a Napoli e Caserta. Sono lieta di rispondere a domande legate al parto, al delicato periodo del dopo-parto e all’allattamento.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

Concetta Caruso

  • parto e travaglio

Buonasera, a maggio dello scorso anno mi hanno asportato 3 miomi sottosierosi (con laparoscopia) e 1 polipo. Sono incinta alla 36a settimana
Nello specifico riporto la descrizione dell’intervento:
I tempo isteroscopia: Resezione di polipo endometriale
II tempo laparoscopica: introdotta l’ottica si vede l’utero deformato da tre miomi sottosierosi (uno anteriore peduncolato di 3 cm, e due posteriori sottosierosi di 2 e 5 cm). Si esegue miomectomia multipla, si sutura la breccia uterina del mioma maggiore con punti staccati e introflettenti. Si morcellano tutti e tre i miomi e si inviano i tessuti per esame istologico.
Secondo voi visto che è passato solo un anno dall’intervento è fattibile un parto naturale? Lunedì vedrò il ginecologo che mi ha richiesto la cartella clinica. Grazie

irene tonani

  • parto e travaglio

Buonasera, posso avere qualsiasi info sul parto in acqua? Pro e contro, e argomento episiotomia (assolutamente contraria e terrorizzata!)
A fine mese vorrei tanto realizzare questo mio desiderio.
Prima figlia, gravidanza fisiologica.
Grazie.

iulia

  • parto e travaglio

Bongiorno scusi io ho partorito 21. 06.2018 vorrei sapere i rapporti intimi e presto ricomiciare. Grazie in anticipo buona giornata!

josselyn Gabriela

  • parto e travaglio

Salve vorrei sapere se prima del parto dovrei togliere il gel dalle unghie o basta se lo tolgo solo su un dito ?

gaia

  • parto e travaglio

Salve,vorrei sapere se potro tentare un vbac per la mia seconda gravidanza (condizioni di salute permettendo)anche se avro compiuto da non molto 40 anni e saranno passati ben piu di 24 mesi dal cesareo che non.mi ha dato particolari fastidi. Grazie

francesca

  • parto e travaglio

Gentile dottoressa sono Francesca Lazzara.sono alla 36 esima settimana di gravidanza.l’ostetrica dell ospedale in cui partoriró mi ha consigliato di assumere apermus.volendo fare l’epidurale mi chiedevo se le due cose fossero compatibili. Grazie anticipatamente Saluti

ci sa

  • parto e travaglio

Buongiorno dottore. Non avendo trovato risposte esaustive navigando in Internet, mi rivolgo a lei sperando che riesca a chiarire questo mio dubbio. Tempo fa lessi un articolo che sosteneva che un bambino nato da cesareo è diverso da uno nato tramite parto naturale. Non intendo a livello fisico ma psicologico. Lessi che un bambino venuto al mondo tramite cesareo molto probabilmente diventerà, da adulto, una persona fragile e insicura. Ciò non accade, invece, in un bambino nato da parto naturale perché, appunto, questa tipologia di parto, rafforza il bambino a livello emotivo. E’ vero tutto ciò? Davvero il modo in cui si viene al mondo può influire una struttura così complessa come il corpo umano? Grazie mille per la risposta

marianngela

  • parto e travaglio

Gentile Ostetrica,mio bimbo ha nove mesi,nato da TC d’urgenza per ctg poco rassicurante è stato iniziale sofferenza fetale (c’è scritto in cartella). Allora,faccio un sunto! Gravidanza fisiologica,ricovero a 4o+6,scollamento membrane,tanti tracciati,altro scollamento,stress test (c’è stato un evento di calo dei battiti durante una contrazione nello stress test) altri tracciati! Il mercoledì passa il mio ginecologo “i tracciati sono buoni,venerdì o nasce o nasce”! Arriva il venerdì a 41+3,infusione di ossitocina per un’ora poi “staccatele tutto,su di lei fa un brutto effetto”! Partivo con 3 cm di dilatazione,partono le prime contrazioni,il medico dispone l’epidurale! Dopo un paio di ore 4cm “rompiamo il sacco”! Tutto procede bene,arrivo alle 14 con 8cm di dilatazione,alle 15 il mio medico decide per il cesareo! C’era una situazione di calo dei battiti dalle 13. Il mio bimbo nasce alle 15.35 con Apgar 9. Mi hanno detto in ospedale poi che è stato per il cordone poggiato sul mento! Ora io mi chiedo se tu medico vedi che allo stress test il bimbo risponde male alle contrazioni indotte,perché decidi per il parto totalmente indotto? Perché non aspetti il travaglio naturale ed al limite disponi il cesareo a 42?
Ipotizzando che c’era una situazione di dubbio sul benessere fetale,non capisco in questo caso,la scelta dell’induzione!

Grazie in anticipo

maria

  • parto e travaglio

Ciao dopo il parto ho dolori ai capezzoli con l’allattamento, che pomata posso usare per il dolore??

viviana

  • parto e travaglio

Salve,
ho un dubbio che mi è rimasto al momento del parto di mio figlio. Vorrei sapere cosa può accadere al neonato al momento del parto se rimane per circa mezz’ora nel canale del parto, più precisamente che si vedono appena i capelli del neonato.La ringrazio anticipatamente.