Il latte preferito dalle mamme

Mamma, non arrabbiarti: ecco come fare!

1 Febbraio 2016

  • Essere Genitori

Essere una mamma è una cosa davvero molto bella ma, a volte, è proprio dura, vero? È per questo che può capitare che a causa di una giornata un po’ pesante si finisca con l’arrabbiarsi ed urlare, anche con tuo figlio. Esistono metodi per imparare a gestire la rabbia ed evitare di scoppiare e prenderla con il bambino?

A volte capita che tuo figlio ti faccia perdere la pazienza: vuoi perché hai avuto una giornata difficile, vuoi perché ha combinato una marachella. In questi momenti ti senti scoraggiata e, non sapendo cosa fare, probabilmente alzi la voce per poi sentirti in colpa. Segui i nostri consigli per imparare a rimanere calma anche nelle situazioni più disperate!

Essere arrabbiata non fa di te una cattiva madre

Cominciamo col dire che la rabbia è un sentimento assolutamente normale ed anche una super-mamma come te ne può essere afflitta. Il risultato? Non sei un cattivo genitore solo perché sei arrabbiato. Mettiamolo subito in chiaro. La rabbia è un’emozione come tutte le altre e non va soppressa mai. Sopratutto non devi nasconderla ma semplicemente imparare a gestirla. Non c’è nulla di male per un bambino nel vedere la mamma o il papà arrabbiati. L’importante è che non sia vittima, in un modo o nell’altro, di questo sentimento.

genitori-sempre-arrabbiati

Dal punto di vista di un bimbo, vedere i suoi genitori eccessivamente arrabbiati è un’esperienza abbastanza forte. Sei così grande e forte, mentre lui dipende da te per tutto e ti ama alla follia. D’altro canto far finta di non essere arrabbiata quando in realtà lo sei non è la giusta soluzione ed insegnerà al bimbo a non essere sincero circa le sue emozioni. Quindi? Tra come ci si sente e come si agisce deve esserci un muro. Essere arrabbiata, anche tanto, ma affrontare con maturità e calma la situazione ti rende un modello comportamentale per il bambino. Fermati, respira e pensa un attimo: questo ti darà il tempo di riprendere il controllo.

Non puoi controllare tutto

Ogni bimbo è un mondo a parte. Alcuni sono un concentrato di energie che può sfociare in capricci o fare dispetti, altri sono docili e ascoltano ogni cosa che gli diciamo. Molte mamme pensano che il loro ruolo sia quello di sergente: essere in grado di controllare il proprio bimbo, il loro ruolo. Quando poi diventa indisciplinato, anche solo per un attimo, la tragedia: si sentono frustrate, incapaci e scatta la rappresaglia della rabbia. Assolutamente sbagliato! Controllare totalmente un bimbo è impossibile. Rassegnati!

Anche se non puoi controllare il tuo bambino, puoi però controllare la tua reazione al modo in cui si comporta e avere la maturità di decidere quali saranno le conseguenze. Punizioni al posto delle urla, disciplina invece di inutili gesti di violenza.

genitori-sempre-arrabbiati

Prenditi cura di te stessa

Per prenderti cura del tuo piccolo al meglio devi prima prenderti cura di te stessa. Dormire abbastanza, mangiare in modo sano ed equilibrato e restare in forma, sono attività che incidono molto sul tuo umore e quindi sui tuoi scoppi di rabbia.

Quando dormi poco oltre a sentirti stanca sei anche più irritabile. La mancanza di sonno insieme ad una giornata pesante può portarti ad arrabbiarti per qualcosa che, solitamente, non ti darebbe neppure fastidio. Quindi? Anche se le tue giornate sono piene d’impegni, dovresti sempre ritagliarti qualche attimo per rimanere in forma e scaricare lo stress accumulato. Non c’è bisogno di andare in palestra, anche fare quattro passi con il passeggino insieme al bimbo è un ottimo esercizio.

Non c’è nulla di male nel chiedere aiuto

Quando ti senti soffocare dalle emozioni negative o dagli impegni, non c’è nessun motivo di tenersi tutto dentro, stringere i pugni ed andare avanti (almeno non sempre). Il tuo compagno, la tua famiglia ed i tuoi amici sono sempre pronti a darti una mano, anche nelle situazioni più disperate. Quando credi di aver bisogno di qualche minuto per rilassarti e ritrovare la serenità, potresti chiedere al tuo compagno o alla tua mamma di prendersi cura del piccolo mentre tu fai un bagno caldo o ti rilassi un po’ sul letto. Non farà male. Assicurato.

Cominciamo così? Anche perché avere genitori sempre arrabbiati non serve a nessuno!


COMMENTA L'ARTICOLO