Il latte preferito dalle mamme

Guida alla Gravidanza: 1 mese, dove comincia la magia.

25 Marzo 2015

  • Il Mondo dei Bimbi

Ecco dove comincia tutta la magia dell’essere mamma. Dal primo attimo è puro amore. Come si diventa mamma? Come si forma il bambino che, da qui a nove mesi, diventerà il centro del mondo di ogni donna? Durante il primo mese di gravidanza l’embrione inizia a formare le estremità, i polmoni ed il tubo neurale (che si trasformerà, successivamente, nel cervello e nel midollo spinale). Per garantire una buona formazione del sistema nervoso, mamma, utilizza un supplemento di acido folico nella tua dieta.

Nel corso del primo mese di gravidanza iniziano a svilupparsi anche il tubo digerente, i reni ed il fegato. Intorno al 25esimo giorno, poi, un piccolissimo cuore a forma di U, comincerà a pulsare: ecco il suono del miracolo della vita! Il sangue comincia a circolare tramite un complesso sistema di vasi chiusi indipendente dal tuo sistema circolatorio.

Alla fine del primo mese il tuo bimbo è lungo 1 centimetro e mezzo e pesa meno di 30 grammi! Il cordone ombelicale e la placenta, poi, cominciano finalmente a formarsi.

  • La placenta è l’organo che permette a te e al tuo bambino di vivere in simbiosi per i prossimi 9 mesi. Ha la funzione di una barriera contro il mondo: protegge il feto dalle infezioni, dalle sostanze nocive e lo aiuta nelle funzioni di respirazione e secrezione.
  • Il cordone ombelicale è un tubicino composto da due arterie che portano ossigeno e nutrimenti dalla placenta al bimbo e da una vena che porta invece l’anidride carbonica e le sostanze di scarto dal feto alla placenta.

A livello fisico la gravidanza è un periodo di preparazione sia per il bimbo che per te che dovrai accoglierlo mamma.
Ma anche a livello psicologico si affrontano grandi cambiamenti che servono a rafforzare il vostro legame.

Il primo trimestre è un momento molto caotico a causa dei cambiamenti sia fisici che psicologici a cui vai incontro. Spesso non sono visibili da subito e possono portare stanchezza e cambi d’umore.

In questa fase sei molto sensibile e la mancanza di segnali dal bimbo potrebbe spaventarti. E’ importante farsi seguire già da ora da personale medico e ostetrico.  I medici saranno ben felici di rispondere a domande e dubbi che sono più che normali. Questo è il momento in cui si iniziano i primi esami per controllare la salute del bimbo.

Ecco quindu i test da fare appena scoperto di essere in dolce attesa:

  • Pap-test (non è necessario se l’hai fatto di recente)
  • VDRL, TPHA, Toxotest, Rubeotest, HBsAg, Anti-HCV, Anti-HIV1-2: sono i marcatori delle seguenti patologie: Sifilide, Toxoplasmosi, Rosolia, Epatite B, Epatite C, AIDS. Il Toxotest e il Rubeotest se negativi vanno ripetuti mensilmente per tutta la durata della gravidanza.
  • Esame delle urine: Serve per determinare eventuali infezioni alle vie urinarie, diabete o disfunzioni renali.
  • AST, ALT, creatininemia, glicemia: Danno una panoramica del funzionamento del fegato, del rene e del metabolismo degli zuccheri.
  • Gruppo sanguigno, fattore RH, test di Coombs indiretto: il test di Coombs indica l’eventuale presenza di “anticorpi anti emazie” che potrebbero essere responsabili di emolisi (rottura dei globuli rossi) nell’embrione; nelle donne RH negative va ripetuto a cadenza mensile durante tutta la gravidanza.
  • Esame emocromocitometrico: rivela presenza di anemia, carenza di piastrine ecc.

Questi semplici esami ti daranno conferma che tutto va bene sia per te che per il tuo bimbo. Adesso sei pronta per iniziare l’esperienza più bella della tua vita.

Hai trovato questo articolo utile? Scrivici la tua opinione nei comment e continua (se vuoi, piangeremo solo come bimbi se non lo farai!)  a seguirci su bimbo&mamma.it!

Credits Photo: Pixabay.com

 


COMMENTA L'ARTICOLO