Il latte preferito dalle mamme

I migliori consigli per i genitori di bimbi arrabbiati

24 Febbraio 2016

  • Guida al Bambino

Vedere i propri bimbi arrabbiati sicuramente non è piacevole, la rabbia è un emozione molto forte ma non è negativa.  D’altro canto è normale anche per loro perdere la calma di tanto in tanto. Ecco qualche consiglio per le mamme ed i papà su come comportarsi in questi casi.

I più piccoli non sono tanto diversi da te, si arrabbiano esattamente per gli stessi motivi per cui lo fa un adulto. Un loro scoppio di rabbia a volte può avere ragioni che vanno oltre la causa scatenante del momento. Sentirsi incompresi, accusati ingiustamente o insicuri sono tutte emozioni che a quell’età ancora non si sa come gestire e vanno ad accumularsi per poi esplodere tutte assieme, come in un vulcano.

1#  Insegnagli a capire le sue emozioni

Incoraggia il tuo piccolo ad esprimere le sue emozioni apertamente, anche quelle più complesse. Meno le terrà dentro di se, più difficilmente diventeranno rabbia. Per poterle esprimere però dovrà prima imparare a riconoscerle.

Il modo più semplice per insegnare ad un bambino a riconoscere le emozioni è parlarne il più possibile. Quando un bimbo non sa come esprimere un concetto molto probabilmente userà delle parole che crede vadano bene. Quindi, se è arrabbiato con il suo fratellino probabilmente dirà che “è brutto“.

Il tuo compito e capire le sue emozioni e spiegargliele. In questo caso dicendo:

– Il tuo fratellino “è brutto?” Secondo me sei arrabbiato con lui perché ha preso i tuoi giocattoli senza chiederteli.

Un’altro “esercizio” può essere spiegargli le tue emozioni o quelle degli altri con frasi come:

– Quella bimba in televisione sembra triste.

2# Dai il buon esempio

I più piccoli sono come spugne e prendono tutto dall’ambiente che li circonda: come comportarsi, le parole che pronunci ed anche le emozioni. Se sei stressata anche loro lo saranno, se sei rilassata anche loro lo saranno.

Per questo è importante che tu ti prenda cura di te stessa per poterti prendere cura del bimbo. Di tanto in tanto concediti un po’ di tempo per rilassarti. Leggi un libro, fai shopping o vai al cinema! Se prenderti del tempo ti risulta difficile non avere paura di chiedere aiuto al tuo compagno, ad un amica o alla tua mamma.

Quando sei rilassata ti risulterà più semplice rispondere con calma ai “capricci” del bimbo, la tua calma lo aiuterà a calmarsi a sua volta, mentre una risposta aggressiva non farà altro che farlo arrabbiare maggiormente.

Non dimenticare mai di dare il buon esempio, se quando accompagni tuo figlio a scuola cadi preda della “rabbia da automobilista” e imprechi contro gli altri conducenti non sorprenderti se anche lui la troverà una soluzione per esprimere il suo malcontento.

3# Accetta le sue emozioni

Spesso ci dimentichiamo che i bimbi vedono il mondo in modo diverso da noi grandi e sminuire le loro emozioni con frasi come:

– Non piangere.

– È una sciocchezza.

– Calmati

Non farà altro che peggiorare la situazione aggiungendo la frustrazione del sentirsi incompresi a quella che già provavano. Quello che devi fare invece è accettare le sue emozioni ed aiutarlo ad esprimerle. Quando si sentirà ascoltato e capito non solo non le terrà dentro di se, ma si calmerà molto velocemente poiché non sentirà il bisogno di dover difendere il suo punto di vista.

4# Rabbia sì, aggressività no

Il tuo piccolo deve capire che essere arrabbiati va bene, ma essere aggressivi no.

Per questo, quando si comporta male, la cosa giusta da fare è dirgli con tono deciso ma calmo, ma sopratutto senza urlare, che quello che ha fatto e sbagliato.

– Lanciare i giocattoli non va bene.

Se questo è bastato, allora è il momento giusto di premiarlo e fargli capire che si è comportato bene, magari con un bacio e un abbraccio!
Invece, se proprio non volesse saperne, forse è il momento di essere un po’ più severa e punirlo leggermente (senza esagerare, spesso basta qualche minuto in castigo).

Se il tuo bimbo a volte ha un diavolo per capello questi quattro semplici consigli ti saranno sicuramente utili per insegnargli a gestire la sua rabbia e ridargli il sorriso! 😀

Photocredit: pixabay.com


COMMENTA L'ARTICOLO