Il latte preferito dalle mamme

I ‘no’ che fanno crescere i bambini sereni (e i genitori)

21 Dicembre 2015

  • Essere Genitori

Far crescere bambini sereni non è semplice. Educare tuo figlio significa anche sapergli dire “no”. Evitare che diventi un bambino viziato è il miglior regalo che tu possa fargli: ecco perché. 

Sai cos’è il baby schema? È quell’insieme di caratteristiche dei cuccioli che fanno sì che appaiano tremendamente dolci. Testa grande, occhioni enormi e tondi, guance paffute e bocca carnosa: i piccoli di tutte le specie sono geneticamente programmati per suscitare tenerezza.

Ecco perché è così difficile riuscire ad essere severi con loro e dirgli i no di cui hanno bisogno. Come resistere ad un paio di occhioni dolci che sussurrano “mammina” con una vocina flebile e implorante?

Eppure a volte fermezza e severità sono importanti e addirittura necessari.

crescere-bambini-sereni

Crescono i bambini…

Un bambino a cui viene sempre detto sì, che ottiene sempre quello che vuole e i cui capircci vengono tutti assecondati, è un bambino viziato. E, al di là di facili etichette, è un bambino che non è abituato a scontrarsi con la realtà del mondo. I genitori, purtroppo o per fortuna, non saranno sempre lì a proteggerlo e a fare in modo che tutto sia semplice. A un certo punto tuo figlio si scontrerà con qualche no e a quel punto starà tutto lì: nella sua capacità di affrontare i rifiuti. Prepararlo a questo è parte del tuo compito.

…e anche i genitori

Riuscire a dire no serve anche a mamma e papà. Spesso infatti accontentare il proprio figlio, concedere qualcosa una volta in più, è nient’altro che un modo per alleviare i sensi di colpa – magari per essere stati tutto il giorno a lavoro e aver passato poco tempo con i figli. Altre volte invece è il modo più veloce per calmare un capriccio. Cedere, però, significa fare il male del tuo bambino. Imparare a dire no è difficile, ma fondamentale. Significa, in definitiva, crescere.

crescere-bambini-sereni

La bellezza di un’eccezione

Essere genitori severi (non tanto, il giusto!), fissare delle regole, imparare a dire no, vuol dire dare degli equilibri a tuo figlio. I bambini ne hanno estremamente bisogno. Inoltre sarà molto più gratificante per entrambi, qualche volta, dire sì! Cosa c’è di più bello di un’eccezione, dello strappo alla regola?

Quali sono stati i no più difficili che hai dovuto dire? Raccontaceli e seguici sulla nostra Pagina Facebook!

Photo Credits Len Matthews


COMMENTA L'ARTICOLO