Il latte preferito dalle mamme

La preparazione del latte artificiale

Tutto quello che c’è da sapere sulla corretta preparazione del latte in polvere

Visualizza

Hai dubbi su come preparare correttamente la poppata di latte artificiale per il tuo bambino? E’ normale: all’inizio tutte le cose nuove prima di diventare abitudini spaventano un po’. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla corretta preparazione del latte in polvere.

Purtroppo non tutte le mamme hanno la fortuna di poter allattare al seno il proprio bambino o non hanno sufficiente latte per dare il giusto nutrimento. Il latte artificiale non vuole assolutamente essere un sostituto a quello materno che, quando possibile, deve essere sempre preferito perché unico e in grado di dare al bambino i nutrienti necessari alla corretta crescita. Scegliere di utilizzare il latte artificiale diventa l’alternativa necessaria (ed utile) in queste situazioni.

La prima regola per la pappa del tuo bimbo è che devi sempre stare attenta a prepararla con la giusta quantità di latte per un solo biberon. All’inizio ti sembrerà un po’ macchinoso, ma dopo un paio di pappe ti verrà naturale e diventerai bravissima. Prenditi quindi tutto il tempo che ti serve per misurare le quantità.

 

Cosa ti serve per preparare il latte

Prima ancora di preparare il latte per il bimbo devi preparare l’occorrente. Ecco cosa c’è da fare:

  • Pulisci e sterilizza tutto l’occorrente: biberon, tettarella, pinze e misurino per il latte in polvere.
  • Lava e disinfetta la superficie di lavoro su cui preparerai il latte.
  • Sciacquati bene le mani con acqua e sapone e asciugale con cura.
  • Metti il biberon sterilizzato sulla superficie di lavoro.
  • Usa delle pinze sterilizzate per mettere la tettarella e tutto l’occorrente nello sterilizzatore.

Una volta fatto questo sei pronta per la preparazione del latte artificiale!

 

Come si prepara il latte artificiale

E’ molto importante misurare le quantità del latte per il neonato: se è troppo leggero gli verrà fame e prenderà meno peso, se è troppo carico invece, gli verrà sete.

Per preparare la giusta quantità di latte artificiale fai così:

  • Riempi il bollitore con acqua appena presa dal rubinetto. Non usare acqua bollita in precedenza e se sei fuori casa usa acqua in bottiglia ma dovrai comunque bollirla.
  • Porta l’acqua a bollore e poi lasciala riposare per non più di 30 minuti. La temperatura adatta è intorno ai 70 gradi in modo che possa uccidere i batteri. Mi raccomando non deve essere calda al punto di scottarti.
  • Leggi le istruzioni riportate dietro la confezione per conoscere le dosi di latte artificiale e di acqua.
  • Versa l’acqua direttamente nel biberon e sempre per prima, le dosi sono molto importanti.
  • Aggiungi il giusto numero di misurini, la quantità corretta di latte è quella che entra in un misurino senza oltrepassare il bordo, mi raccomando non pressare la polvere.
  • Chiudi il biberon e scuoti leggermente finché il latte in polvere non si è sciolto.
  • Prima di dare il latte al tuo bambino controlla la temperatura versandone un po’ all’interno del tuo polso. Deve essere caldo, non bollente. Se è troppo caldo raffreddalo sotto l’acqua corrente.

Dai sempre latte appena preparato al tuo bimbo e butta quello che avanza. Se non ne ha mangiato, non conservarlo per più di due ore.

 

Poppata con latte artificiale: tempi e dosi

Ci sono alcune situazioni (di cui abbiamo già ampiamente parlato nelle sezioni precedenti) che portano la mamma a scegliere di integrare o sostituire il latte materno con quello artificiale. Bisogna affrontare l’allattamento artificiale con serenità e senza sensi di colpa perché il bambino risente dell’ambiente circostante e dello stato d’animo della mamma. Il latte artificiale, tra le altre cose, è l’alimento che più assomiglia a quello materno per via della sua formulazione e per il suo apporto nutrizionale al bambino. Capiamo insieme, quindi, quali sono tempi e dosi ideali per dare al neonato tutto quello che gli serve per una corretta crescita.

Anche attraverso l’allattamento artificiale è possibile costruire un ottimo rapporto con il proprio bambino:la poppata di latte artificiale, infatti, ha comunque una componente fisica importante. Il bambino viene stretto alla mamma, viene coccolato ed accudito! Anche attraverso la preparazione del latte la mamma dimostra il proprio amore, stando attenta a tutti i passaggi, i tempi e alle dosi.

Quante volte deve mangiare il neonato e, soprattutto, quanto? La risposta cambia da bambino a bambino perché ogni lattante ha diverse esigenze nutrizionali. Per crescere bene mediamente il bambino dovrebbe fare 5 o 6 poppate che vanno dai 90-100 grammi a pasto (nelle prime settimane di vita) fino ad arrivare ai 100-150 grammi nei primi due mesi. Dai 150 ai 250 grammi fino a 6 volte al giorno vanno somministrati al bambino fino ed oltre i 5 mesi di vita. Le dosi di latte artificiale della poppata però non devono essere ferree: ad ogni pasto avrà un’esigenza diversa (fame, orario e tanti altri sono i motivi).

Non dimenticare, però, mamma che ogni bambino ha un diverso ritmo di crescita. Se rifiuta o vuole ancora latte assecondalo proprio per questo motivo. Preoccupati (e contatta il pediatra) solo se l’aumento di peso, che normalmente oscilla tra i 100 ed i 200 grammi a settimana, è inferiore e se scarica meno di 3 volte al giorno!

*Attenersi esattamente alla modalità d’uso indicata. Una preparazione inappropriata, l’utilizzo di acqua non bollita o di un biberon non sterilizzato, la conservazione del latte ricostituito possono comportare rischi per la salute, a seguito della contaminazione/crescita di germi patogeni. Preparare il latte prima di ogni pasto e consumarlo
immediatamente. Se la poppata si prolunga oltre i 30 min., gettare il latte residuo. Non conservare o utilizzare mai il latte avanzato. Il biberon deve essere lavato accuratamente in tutte le sue parti subito dopo l’uso e sterilizzato prima di riutilizzarlo. Non lasciare il bambino da solo durante la poppata.