Il latte preferito dalle mamme

Paura del buio nei bambini: come affrontarla

2 Agosto 2019

  • Guida al Bambino

La fobia del buio è davvero molto comune nei bambini. In alcuni di essi, si manifesta fin dalla prima infanzia, in altri successivamente, quando crescendo le capacità cognitive aumentano e così anche l’immaginazione. La buona notizia è che, nella maggior parte dei casi, la paura del buio nei bambini tende a sparire con l’età.

Solo in soggetti più ansiosi, l’ansia del buio potrebbe rimanere fino ad un’età avanzata diventando, in alcuni casi, un vero e proprio problema. Vedrai allora il tuo piccolo seguirti da una camera all’altra quando cala il sole e talvolta rifiutarsi di entrare in una stanza da solo perfino durante il giorno.

L’ora di andare a letto, poi, diventa un incubo. Non solo avrai bisogno di mille espedienti per farlo addormentare, ma il sonno del tuo bimbo sarà anche intervallato da frequenti risvegli in cui dovrai correre per tranquillizzarlo.

Se anche tu ti riconosci in questa descrizione, allora è probabile che anche il tuo bambino abbia paura del buio. Ecco di seguito una serie di consigli che possono esserti di aiuto ad affrontare nel migliore dei modi la situazione.

Avere interruttori della luce accessibili

Per aiutare il tuo bambino a non avere più paura del buio, fa’ in modo che gli interruttori della luce siano a lui accessibili. Se il tuo piccolo non è molto alto, in commercio esistono perfino degli estensori che consentono di mettere gli interruttori alla sua portata. Oppure, in alternativa, puoi collocare in ogni stanza delle torce a batteria che il bambino può utilizzare per illuminare l’ambiente ogni volta che ne sente il bisogno.

Se, ad esempio, il bimbo ha difficoltà ad accendere l’interruttore della sua abat jour di notte, procurati una torcia che lui possa facilmente accendere ogni volta che è preso dal panico. In questo modo, non solo gli fornisci uno strumento per scacciare la paura del buio ma lo rendi anche autonomo nella soluzione, trasmettendogli il messaggio che lui è perfettamente in grado di gestire le sue ansie e paure da solo, senza l’intervento di un adulto. Questo non gioverà solo alla paura del buio, ma anche alla sua autostima e sicurezza.

Capire i motivi della sua paura

Ogni ansia è spesso legata ad una causa scatenante ben specifica. Non dare dunque per scontato di sapere perché il buio spaventa il tuo bambino ma cerca di investigarne i motivi più profondi. Il timore dell’oscurità potrebbe essere legato a degli incubi ricorrenti, oppure semplicemente al bisogno di ricevere delle attenzioni durante la notte. In molti casi, infatti, non è il buio in sé a far paura, ma il fatto che quando non c’è la luce il bimbo mette in moto l’immaginazione facendo emergere nella sua mente pensieri e paure che lo gettano in uno stato di ansia fino a spaventarlo.

Se le cose stanno così, per sconfiggere la paura del buio nei bambini non c’è altro da fare che comprendere e rimuovere le vere ansie e paure da cui essa è provocata. Come? Un buon metodo è quello di parlare con tuo figlio rivolgendoli domande del tipo “cosa ti succede quando sei al buio?” o “cosa pensi che ci sia nell’oscurità?” in modo da capire cosa succede in lui quando le luci sono spente.

Può capitare, ad esempio, che il bambino inizi ad avere paura del buio in concomitanza di grossi cambiamenti della sua vita (ad esempio la nascita di un fratellino o l’inizio della scuola) oppure perché si è impressionato nel vedere un programma alla TV.

Sapere qual è stato il fattore scatenante della sua fobia è sicuramente il miglior punto di partenza per sconfiggerla!

Mettere una fonte di luce fissa nella cameretta

Se proprio il tuo bimbo non ne vuole sapere di dormire a luci spente, l’unica soluzione è quella di usare una lampada che illumini la sua stanza costantemente. Per non interferire col suo sonno, è preferibile utilizzare una piccola lucina capace di emanare una fioca luce soffusa.  Nei negozi per l’infanzia e su internet ne trovi davvero di tante forme e dimensioni che non hai che da sbizzarrirti! Esistono perfino delle lanterne che sono in grado di proiettare sul soffitto immagini luminose di stelline o nuvolette in movimento.

Tuttavia, se dietro la paura del buio c’è dell’altro, non è detto che facendo in questo modo tu riesca a risolvere il problema: il bambino potrebbe, infatti, sentirsi ansioso per le ombre provocate dalla lucina oppure essere spaventato da altro come i rumori che provengono da fuori. Potrebbe, ad esempio, immaginare di essere assalito da mostri nascosti negli angoli in penombra della stanza!

Anche in questo caso dunque la cosa migliore è parlare col tuo piccolo per capire cosa lo spaventa davvero e cercare di eliminare quella paura con degli accorgimenti: può trattarsi di un’ombra particolare creata dalla disposizione dei mobili o dei giocattoli, oppure di un punto della stanza particolarmente in ombra. In tal caso, non ti resta che togliere il fattore di disturbo aggiungendo altre luci oppure cambiando l’arredo.

Far rilassare il bambino prima di andare a dormire

Spesso la paura del buio è associata al riposo notturno per cui molti bambini hanno difficoltà a prendere sonno. Ecco dunque che in questo caso uno dei rimedi possibili è quello di far rilassare il tuo bambino prima di andare a dormire leggendogli delle storie o giocando con lui al suo gioco preferito.

Se, ad esempio, la sua paura fosse legata alle ombre, un modo per farlo rilassare e al tempo stesso tranquillizzarlo circa le sue paure consiste nel proiettare delle luci sul muro improvvisando uno spettacolo di marionette con le ombre. Puoi utilizzare le mani, oppure dei pezzi di stoffa od altri oggetti per dare vita ai personaggi della sua fiaba preferita. Giocando in questo modo non è detto che tu riesca ad allentare la sua ansia nei confronti del buio, ma è sicuro che contribuirai a rilassarlo e a farlo addormentare più tranquillo.

È chiaro comunque che aiutare tuo figlio a superare il timore del buio richiederà tempo e pazienza. Può accadere anche che quando la fobia sembra superata, avvenga qualcosa che la fa tornare più forte di prima. Pazienza! La chiave per affrontare la paura del buio nei bambini in questo caso è essere coerenti e non arrendersi, rassicurandolo e cercando sempre di capire cosa si nasconde dietro le sue ansie e preoccupazioni.

Nel caso il tuo bambino avesse difficoltà a dormire, scopri in questo articolo “Pro e contro del rumore bianco per far addormentare i bambini”.


COMMENTA L'ARTICOLO